Share this product

Watch Digest
Marzo 2018
edizione digitale

5,00

Destrutturare sembra una parola complessa, in realtà esprime un concetto semplice: scomporre una struttura negli elementi che la compongono, in genere allo scopo di riorganizzarla perché soddisfi nuove esigenze.

COD: ED_WD006 Categoria: Tag:

Watch Digest Marzo 2018 – L’editoriale di Paolo Gobbi

Destrutturare sembra una parola complessa, in realtà esprime un concetto semplice: scomporre una struttura negli elementi che la compongono, in genere allo scopo di riorganizzarla perché soddisfi nuove esigenze.

In pratica quello che sta vivendo oggi l’orologeria, specie di alto livello, dove le nuove esigenze si concretizzano, prima di tutto, in un rinnovato e moderno tipo di contatto con l’utilizzatore finale.

Messi nel dimenticatoio i vecchi sistemi di vendita e fabbricazione, oggi sempre di più i produttori cercano pochi partner distributivi, ma seri ed affidabili, in grado di seguire realmente chi vuole indossare un nuovo orologio oppure vuole che lo stesso rimanga in un perfetto stato di efficienza estetica e tecnica.

Si va riorganizzando su parametri moderni anche la filiera produttiva, dando il giusto spazio alle realizzazioni di manifattura, che riguardano anche le fasce di prezzo più accessibili.

In pratica l’orologio rimane sempre lo stesso fantastico strumento meccanico da indossare al polso, solo che gli viene restituita la sua aura di esclusività. Cambia e diventa più forte il coinvolgimento degli appassionati, sempre più attenti, preparati e finalmente convinti che il segnatempo è un oggetto prezioso da vivere tutti i giorni, non da rinchiudere in banca.

Non devono quindi meravigliare le liste di attesa per alcuni modelli particolarmente ricercati: sono la diretta conseguenza di un prodotto che rimane ambito e non è (anzi non deve diventare) di massa.

Per la soddisfazione nostra e di tutti i fortunati che ne indossano uno al polso.

Buone lancette a tutti