Visualizza carrello “Watch DigestLuglio 2018edizione digitale” è stato aggiunto al tuo carrello.
Share this product

Watch Digest
Novembre 2018
edizione cartacea

8,00

Available:20 disponibili

Per questo numero di Watch Digest, abbiamo deciso di aumentare la foliazione di sedici pagine, dando ampio spazio alla grande vetrina degli orologi più interessanti del 2018, scelti a nostro insindacabile giudizio.

Siamo, infatti, dell’idea che sia importante, anzi fondamentale, interagire il più possibile con un numero sempre maggiore di appassionati, nella certezza che il lavoro da fare è ancora tanto, molto di più di quanto ci potremmo aspettare.

C’è ancora poca informazione, per lo più superficiale, fatta da persone che si arrogano status e conoscenze che sono bel lungi dall’avere.

Si va avanti per sentito dire, trasformando dei luoghi comuni in certezze granitiche, nella sicurezza che nessuno sia pronto a controbattere con dei dati controllati.

Il risultato è che oggi, a dispetto della valanga di informazioni cui veniamo sottoposti ogni giorno, è ancora più importante di un tempo una comunicazione legittimata, coerente, di alto profilo qualitativo: quella che alcuni giornalisti, alcuni produttori, alcuni esperti del settore fanno da decine e decine di anni.

COD: EA_WD009 Categoria: Tag:

Ricordo che quando ho iniziato a scrivere di orologeria, nell’ormai lontanissimo 1987, ci fu più di un “esperto” del settore che sentenziò la fine della comunicazione specialistica nel mondo delle lancette entro e non oltre i tre o quattro mesi dall’inizio di questo fenomeno sociale e di mercato.

In pratica, all’arrivo della primavera del 1988, il giornalismo orologiero si sarebbe estinto per una fisiologica mancanza di notizie.

Da allora sono passati oltre trent’anni, durante i quali ho mandato in edicola centinaia di riviste, inserti speciali, cataloghi d’asta, ho pubblicato pagine in internet e sui social, sei libri e qualche uscita televisiva.

Di tutto ho sentito la carenza, tranne delle notizie da pubblicare le quali, al contrario, impongono spesse dolorose scelte tra chi mettere “dentro” e chi lasciare “fuori”.

Non è un caso se, per questo numero di Watch Digest, abbiamo deciso (in totale controtendenza con quanto accade nell’editoria contemporanea) di aumentare la foliazione di sedici pagine, dando ampio spazio alla grande vetrina degli orologi più interessanti del 2018, scelti a nostro insindacabile giudizio.

Siamo, infatti, dell’idea che sia importante, anzi fondamentale, interagire il più possibile con un numero sempre maggiore di appassionati, nella certezza che il lavoro da fare è ancora tanto, molto di più di quanto ci potremmo aspettare.

C’è ancora poca informazione, perlo più superficiale, fatta da persone che si arrogano status e conoscenze che sono bel lungi dall’avere.

Si va avanti per sentito dire, trasformando dei luoghi comuni in certezze granitiche, nella sicurezza che nessuno sia pronto a controbattere con dei dati controllati.

Il risultato è che oggi, a dispetto della valanga di informazioni cui veniamo sottoposti ogni giorno, è ancora più importante di un tempo una comunicazione legittimata, coerente, di alto profilo qualitativo: quella che alcuni giornalisti, alcuni produttori, alcuni esperti del settore fanno da decine e decine di anni.