Wengen: Podio e coppa per Peter Fill, è 3/o nella giornata di Muffat-Jeandet

Vittorio Savio by

Coppa di specialità storica e terzo posto per Peter Fill nella seconda ed ultima combinata alpina maschile di coppa del mondo a Wengen. Vince la prova il francese Victor Muffat-Jeandet.

Dopo le due coppe di discesa libera Peter Fill mette in bacheca anche la coppa di combinata alpina, complice l’assenza del vincitore di Bormio Alexis Pinturault e soprattutto l’aver lasciato dietro quest’oggi  di un centesimo il norvegese Kjeyil Jansrud, ma ottenuta grazie soprattutto al secondo posto sulla Stelvio a fine dicembre e il terzo odierno di Wengen. Per l’Italia si tratta della prima coppa di combinata alpina della storia.

Un Peter Fill che nonostante il fondo più simile ad una trincea che ad una pista da slalom è stato in grado di portare a casa il secondo podio stagionale in combinata dopo aver concluso con il quarto tempo la manche di discesa. Fill vince la coppa con 140 punti, davanti a Jansrud (110) e Muffat-Jeandet (105).

Con una grande rimonta vince, invece, la gara odierna il francese Victor Muffat-Jeandet, recuperando ben 26 posizioni, e sfruttando l’inforcata dell’austriaco Kriechmayr, il più veloce della discesa. Sul podio sale anche il sorprendente russo Pavel Trikhichev, anche lui con 27 posizioni recuperate, a 96 centesimi di ritardo. Terzo dunque Peter Fill a +1.15 dal francese, ma solo un centesimo davanti al norvegese Jansrdu che avrebbe potuto soffiargli la coppa di specialità.

Scivola di un paio di posizioni, invece, Dominik Paris, nonostante una discreta prova tra i pali stretti. Il carabiniere della Val d’Ultimo termina con il quinto posto finale a +1.18 da Muffat-Jeandet.

Inforcata purtroppo per Christof Innerhofer in una doppia verticale per l’altoatesino che aveva concluso con il quinto tempo la manche di discesa. Fuori  sorpresa a metà tracciato anche l’elvetico Luca Aerni, uno dei favoriti per la vittoria finale, nello stesso punto dove in molti, soprattutto gli svizzeri hanno pagato dazio.

Non erano presenti a questa ultima prova della stagione della combinata alpina tra i big che potevano puntare al successo finale Alexis Pinturault, come pure Marcel Hirscher. Un brutto segnale per questa specialità che comunque assegna una coppa del mondo ed è specialità olimpica.

Buona prova di discesa per Emanuele Buzzi chiusa con il 18/o posto e poi nello slalom ha cercato di limitare i danni concludendo però . Non è partito nella manche di slalom Davide Cazzaniga e Mattia Casse.

Visibilità limitata un po’ dalla nebbia presente nella parte terminale del tracciato bernese per la prima parte dello slalom.

Domani appuntamento con la classica discesa libera maschile valida per l’88/o Lauberhorn Trophy (ore 12.30) diretta tv su RaisportHD ed EurosportHD.

Ti potrebbe piacere...