Tecnica, Impara dai pro: le rotazioni

Redazione On Line by

 

Tecnca, Impara dai Pro: Giacomo Bisconti, con Romina Santuliana e con le dimostrazioni di Andrea Mammarella ci spiegano uno dei fondamentali dello sci, le rotazioni.

In tutti gli sport occorre sviluppare alcuni fondamentali propri della disciplina, a titolo di esempio nel tennis non possiamo fare una partita senza saper fare il servizio o il dritto, così nello sci non possiamo parlare di tecnica senza prima conoscere come si muove il corpo nello spazio e nel tempo attraverso lo sviluppo dei fondamentali ovvero le rotazione, l’antero-posteriore , l’alto e basso e le inclinazioni.

Essenziali in particolare se ci apprestiamo a fare una serie di curve a corto raggio, le rotazioni e il controllo di queste ci permette una sciata fluida ed efficace.

Nelle curve ad arco stretto, il ritmo è serrato e pertanto il busto si considera sempre orientato verso valle.

INZIO CURVA

Nella prima parte di curva, mentre i piedi devono ricercare maggiore direzione con una intensità di rotazione più marcato, il busto rimane solido in direzione di valle.

Anche lo sguardo ha una importanza rilevante in quanto la punta dello sci si orienterà nella direzione voluta.

MASSIMA PENDENZA

A metà curva ovvero quando gli sci e il corpo sono sulla massima pendenza occorre che le rotazioni della parte alta e bassa del corpo si equivalgono.

In questo punto occorre ottenere una buona simmetria di tutto il corpo al fine di gestire meglio il finale della curva e far girare lo sci nella direzione voluta.

FINE CURVA

Per ottenere una concreta chiusura di curva è importante che dalla massima pendenza in poi gli sci continuino a ruotare in senso di curva mentre la parte alta del corpo rallenta tale rotazione per creare i presupposti della curva successiva. Lo sterno deve rimanere rivolto verso la punte dello sci esterno.

Lo sguardo orientalo verso la direzione della prossima curva al fine di collegare tutti i movimenti con controllo e precisione degli stessi.

 

Ti potrebbe piacere...