Zagabria: Petra Vlhova Regina della Sljeme, Shiffrin si inchina. 13/a Irene Curtoni, 14/a Peterlini

Vittorio Savio by

La slovacca Petra Vlhova vince con strapotenza lo slalom speciale femminile di coppa dello mondo di Zagabria. Shiffrin si inchina.

Con strapotere Petra Vlhova vince il quarto slalom speciale stagionale, il primo di questo 2020, dominando da grande campionessa entrambe le manche mangiandosi letteralmente il tracciato della Sljeme di Zagabria. La 24enne slovacca riesce a contenere nella seconda manche il ritorno della statunitense Mikaela  Shiffrin che dopo il grave errore nella prima discesa costategli 8 decimi, nella seconda, nonostante una prestazione rasentante la perfezione, non è stata in grado il recupero per puntare alla cinquina vittoriosa sulle nevi croate e finendo a +1.31.

Per la Vlhova si tratta dell’undicesima vittoria in carriera, la sesta in slalom. Era da quasi un anno che la slovacca non vinceva in slalom: l’ultima volta era stato l’8 gennaio 2019 a Flachau. Sul terzo gradino del podio sale staccata di +3.49 l’austriaca Katharina Liensberger che ha scalzato l’elvetica Wendy Holdener finita 4/a.

Grande recupero per Martina Peterlini. La trentina chiude in 29/a piazza la prima manche e nella seconda riesce ad interpretare al meglio la tracciatura del tecnico tedesco recuperano ben 15 posizioni ed il secondo tempo di manche ed ottenendo con questo 14/o posto finale il suo miglior risultato in carriera in coppa del mondo. Tredicesima chiude la veterana Irene Curtoni recuperando quattro piazze.

Recupera una posizione anche la friulana Lara Della Mea in questa seconda manche terminata alla fine in 24/a piazza confermando lo stesso risultato dello slalom di Lienz.

Nella prima manche non si erano qualificate le varie Insam, Midali e Rossetti.

Domani appuntamento con lo slalom maschile (prima manche ore 14.00 diretta tv su RaisportHD ed Eurosport).

Foto: Rossignol

Ti potrebbe piacere...