Trofeo Mezzalama, il trionfo di Bosacci, Antonioli, Eydallin

Redazione On Line by

Sono i big dello sci alpinismo azzurro: Boscacci, Antonioli, Eydallin, e Alba De Silvestro tra le donne, i trionfatori della XXII edizione del Trofeo Mezzalama.

I tre fuoriclasse, che tante soddisfazioni hanno dato ai tifosi azzurri tra Coppa del mondo e Mondiali nelle ultime stagione vincono anche la più classica delle gare endurance che si è tenuta ieri sui ghiacciai del Monte Rosa, tra Cervinia e Gressoney.

L’edizione 2019 del trofeo Mezzalama è stata caratterizzata dalle condizioni meteo estreme: il maltempo aveva infatti fatto slittare la gara da sabato a domenica e ieri sono state apportate modifiche al percorso per poter garantire l’incolumità dei concorrenti.

Non ci sono così state le scalate alle celebri cime del massiccio del Rosa al di sopra  i 4000 metri e lo staff guidato da  Adriano Favre ha dovuto fare gli straordinari e a prendere decisioni drastiche, come taglio di passaggi mitici quali Castore, Naso del Lyskamm e la della Roccia della Scoperta che sarebbe dovuta essere la novità dell’edizione 2019.

L’ultima variante, dal Quintino Sella, ha fatto scendere i concorrenti sino alla sorgenti del Lys  attraverso un canale bonificato e messo in sicurezza per poi risalire sino al Colle della Salsa prima della discesa finale verso Gressoney.

Per i tre fuoriclasse azzurri è stato l’ennesimo trionfo in questa storica scialpinistica, per la precisione è quinto per Matteo Eydallin, il terzo per Michele Boscacci, solo Robert Antonioli è alla prima vittoria. Alle loro spalle il trio formato da Werner Marti, Martin Anthamatten e un William Boffelli e sul gradino più basso del podio quello formato da  Kilian Jornet, Jakob Herrmann e Armin Hoefl.

Tra le donne ha vinto la squadra composta da Alba De Silvestro, Axelle Mollaret e Lorna Bonnel che si sono classificate 11 esime in assoluto, un risultato davvero significativo.

foto: Maurizio Torri, trofeomezzalama.it

 

 

Ti potrebbe piacere...