Squilli di Marsigliese sul Rettenbach, Pinturault vince il gigante, 8/o De Aliprandini

Vittorio Savio by

Risuona la Marsigliese sul ghiacciaio austriaco di Soelden. Il francese Alexis Pinturault vince il gigante maschile sul Rettenbach.

LIVE DA SOELDEN – Nella prima stagione senza il grande Marcel Hirscher, raccoglie lo scettro vacante il suo avversario di tante battaglie, quel Alexis Pinturault 28enne di Moutiers che già si candida a succedergli sul trono della grande sfera di cristallo. Dopo due anni dove non si è corso causa maltempo Pinturault ottiene il suo secondo centro sul ghiacciaio austriaco dopo quello del 2016. Per il transalpino si tratta della 24/a vittoria in coppa, la 12/a in gigante.

Dopo una prima manche conclusa al comando con pochissimi centesimi – due per l’esattezza – di vantaggio sul compagno di squadra Matthieu Faivre, l’ex fidanzato di Mikaela Shiffrin, il capitano della squadra dei galletti Pinturault ha messo in campo tutta la sua classe e nonostante le alte temperature che hanno messo a dura prova la tenuta del fondo, trattato parzialmente con sale, è stato in grado di salire sul gradino più alto del podio.

Damigelle d’onore sul podio dunque il suo compagno di squadra Faivre staccato di 54 centesimi, e lo sloveno Zan Kranjec 3/o  a 63 centesimi, mentre butta al vento una grande occasione il giovane elvetico Marco Odermatt scivolato fuori dal podio e dai top10.

Il trentino Luca De Aliprandini è il migliore degli azzurri (8/o), anche se i propositi della vigilia erano ben altri. Prima manche non certo all’altezza delle aspettative e seconda dove perde qualcosina, ma riesce a restare tra i top10, complici anche gli errori di avversari che lo precedevano in graduatoria, ed è già una buona notizia per noi quest’oggi. Comunque è ancora troppo poco per uno che fino a qualche stagione fa duellava per le posizioni di vertice. Manfred Moelgg, al 300/o pettorale cerca di limitare i danni in una specialità nella quale fa fatica a restare tra i migliori, scivolando leggermente indietro rispetto al mattino, concludendo 20/o.

Da segnalare il ritorno nei quartieri alti del veterano Ted Ligety quinto alla fine, dopo una bella rimonta.

Nella prima manche non si erano qualificati Dominik Paris, Giovanni Borsotti, Riccardo Tonetti, Simon Maurberger e Alex Zingerle, quest’ultimo uscito.

Ora il circo bianco si ferma per alcune settimane prima di approdare a Levi in Finlandia per i primi due slalom (femminile e maschile) della stagione. Intanto si continua il lavoro sui ghiacciai di Austria, Svizzera ed Italia in attesa della neve naturale.

Foto: Colmar-Alessandro Trovati/Pentaphoto.

Ti potrebbe piacere...