Soldeu-El Tarter: discesa targata Mirjam Puchner, 4/a Nadia Fanchini, coppa a Nicole Schmidhofer

Vittorio Savio by

L’ultima discesa libera della stagione se l’aggiudica l’austriaca Mirjam Puchner,  mentre l’austriaca Nicole Schmidhofer si porta a casa la coppa del mondo di discesa.

L’austriaca Miriam Puchner tira fuori dal cilindro la gara della stagione e a sorpresa vince sulle nevi di Andorra l’ultima discesa libera della stagione sulla pista di El Tarter. La 26enne austriaca, già vinitrice in coppa, ma quattro anni fa, ha la meglio per soli 3 centesimi sulla tedesca Viktoria Rebensburg e per 8 centesimi sull’elvetica Corinne Suter.

Fuori dal podio resta la nostra Nadia Fanchini, al 250/o pettorale in coppa del mondo, che per un istante ha assaporato la possibilità di conquistare un terzo posto che poteva valere quasi come una vittoria. La finanziera bresciana chiude a 22 centesimi dalla Puchner, due centesimi meglio dell’austriaca Tamara Tipller 5/a.

Sesta conclude Sofia Goggia (+0.35) partita per cogliere l’ennesimo successo, viste come erano andate le due prove, ma la campionessa olimpica quest’oggi non riesce a trovare la giusta chiave di lettura di questo bel ed insidioso tracciato. Alle sue spalle finisce Nicol Delago (7/a a +0.38). La gardenese illude tutti e per tre quarti di gara è ampiamente davanti a tutte, ma poi lascia tutto il vantaggio per strada, quasi un secondo, concludendo alla fine 5/a a +0.35.  Federica Brignone commette molte piccole sbavature e si deve accontentare dell’14/o posto finale, mentre

Sole andato a scomparire, con visibilità più piatta, rispetto alla precedente gara maschile, e con la presenza anche di raffiche di vento e leggero nevischio nella parta alta che hanno un po’ infastidito le atlete.

Dopo dodici anni dunque l’Austria riporta a casa la coppa del mondo di discesa. L’ultima a riuscirci era stata nel 2007 una certa Renate Goetschl. Oggi lotta in casa tra Nicole Schmidhofer e Ramona Siebenhofer. Quest’ultima commette una intraversata all’uscita di un dosso e gara andata come la possibilità di soffiare la coppa dalle mani della sua compagna di squadra che ha chiuso oggi in 9/a piazza. Per la 29enne ex campionessa del mondo di superG a St. Moritz 2017  arriva in bacheca anche la sfera di cristallo di discesa, vincendo le prime due discese dicembre a Lake Louise, per altro le sue uniche due vittorie in carriera. Un podio di specialità tutto austriaco con oltre alla Schmidhofer (468), anche Stephanie Venier, seconda (372), e Ramona Siebenhofer terza (354).

In classifica finale di discesa l’Italia piazza nelle top10 Sofia Goggia, rientrata però a stagione già quasi conclusa, in 7/a posizione (220 punti), Nicole Delago, a podio in Val Gardena, è invece 8/a (219).

A margine della gara da segnalare l’ennesimo infortunio, il terzo a livello femminile a queste finali di Soldeu: dopo Lara Gut-Berhami, Ragnhild Mowinckel nelle prove, è toccato in gara all’austriaca Cornelia Huetter, portata via in toboga dopo la sua caduta.

Domani appuntamento con l’ultimo superG femminile della stagione con la lotta aperta per la coppa di specialità a cui punta anche Mikaela Shiffrin. Il via alle ore 12.00 (diretta tv su RaisportHD ed EurosportHD).

Foto: Fisi-Pentaphoto/Alessandro Trovati.

Ti potrebbe piacere...