Sofia Goggia: “Quella del 2026 potrebbe essere la mia ultima Olimpiade da atleta”.

Vittorio Savio by

Sofia Goggia subito dopo l’assegnazione della 25/a Olimpiade invernale all’Italia a Milano-Cortina si è lasciata andare a qualche considerazione.

“Abbiamo avuto paura fino all’ultimo, ma 47 contro 34 significa una vittoria schiacciante – dichiara la campionessa olimpica di discesa libera a Pyongchang 2018 – C’è aria di festa, siamo tutti felici, quando si tratta di tirare fuori il meglio il nostro Paese ce la fa sempre. Siamo assolutamente felici, io adesso sogno Pechino 2022, ma per me, quella del 2026, potrebbe essere l’ultima Olimpiade, farla nel mio Paese sarebbe il massimo”.

Seguono poi le dichiarazioni degli altri azzurri della Fisi:

Michela Moioli: “La nostra parte è stata importante. Abbiamo regalato un po’ di divertimento. Ci siamo date appuntamento per il 2026, ognuno magari avrà un ruolo diverso, ma sarà una grande opportunità per tutti noi. E’ stato un momento di grande adrenalina, all’annuncio siamo esplosi ed è saltata fuori l’italianità”.

Lisa Vittozzi: “E’ una notizia importante, ho cominciato subito a pensare che dovrò tenermi in forma fino al 2026. Quest’anno in Italia ci sarà il Mondiale di biathlon ad Anterselva e sarà già una prova importante”.

Alessandro Pittin: “Ho avuto la fortuna di fare la prima Olimpiade in Italia e so quali emozioni si vivono. Non so se riuscirò ad esserci come atleta nel ’26, ma un’Olimpiade in casa è un sogno”.

Federico Pellegrino: “E’ stato un gran piacere vivere questa giornata. Arrivare fino al 2026 si può fare e quindi adesso voglio provare ad allungare le mie prospettive un po’ più in là”.

Armin Zoeggeler: “E’ stata una lunga giornata ma con un risultato eccezionale. Abbiamo riportato in Italia un’Olimpiade dopo vent’anni. Ora chiedo a tutti di lavorare a partire da domani per far sì che questa sia un’Olimpiade grandiosa”.

Foto: Coni.it-Pagliaricci GMT Sport

Ti potrebbe piacere...