Olimpiadi 2026: Sion bocciata al referendum, la Svizzera verso il ritiro della candidatura.

Vittorio Savio by

Un referendum popolare boccia la candidatura di Sion in Svizzera per ospitare l’Olimpiade invernale del 2026. La Svizzera verso il ritiro.

Gli elettori del cantone svizzero del Vallese hanno respinto oggi, domenica, in un referendum il credito per la candidatura di Sion alle Olimpiadi invernali del 2026.

Il credito di 100 milioni di franchi (oltre 86 milioni di euro) che il Cantone voleva stanziare a favore della manifestazione è stato bocciato da oltre il 54% dei votanti e a Sion la percentuale è stata del 60,9%, riferisce l’agenzia di stampa svizzera Ats.

Le associazioni turistiche hanno espresso delusione per l’esito del voto sostenendo che si è persa l’occasione di dare visibilità alla Svizzera e sostenere il settore. La Svizzera non ospita i Giochi olimpici dal 1948 e per dieci volte è stata la stessa popolazione a bocciare le varie candidature.

A questo punto si va verso il passo indietro formale della candidatura ai Giochi,  per la quale oltre alla Svizzera avevano manifestato interesse sei nazioni. L’Italia rimane in corsa con Milano, Torino e Cortina. Il Coni e il nuovo governo giallo-verde dovranno poi formalizzare la sede ufficiale tra queste tre località. Le altre avversarie al momento restano Stoccolma (Svezia), quella potenzialmente più forte, quidi Graz (Austria), Calgary (Canada) ed Erzurum (Turchia) visto che anche Sapporo (Giappone) si era chiamata fuori qualche settimana fa.

Fonte: Ansa.it

Ti potrebbe piacere...

RIVISTA SCI news

Monterosa, nuova cabinovia Champoluc Crest

Grandi novità per la stagione 2018 2019 nel comprensorio del Monterosa con la nuova cabinovia Champoluc Crest.

I lavori, in pieno svolgimento, regaleranno al comprensorio sciistico della Val d’Ayas una nuova telecabina firmata Leitner ropeways…