Milano-Cortina2026

Milano-Cortina 2026: il Cio promuove l’Italia, ma resta il dubbio Bormio

Vittorio Savio by

Il Cio ha reso noto la relazione tecnica dopo il sopralluogo dei delegati ai siti italiani candidati ad ospitare l’Olimpiade invernale del 2026: tutti promossi, ma resta il dubbio Bormio.

La relazione del Comitato olimpico internazionale (Cio) sulla candidatura di Milano-Cortina all’ Olimpiade invernale del 2026 promuove il dossier italiano, ma mette in dubbio la scelta di lombardi e Veneto sulle gare di sci alpino, cioè la separazione tra gare maschili a Bormio e femminili a Cortina d’Ampezzo.

Il Cio teme che questo possa far lievitare i costi operativi e le sfide logistiche e su indicazione della Federazione internazionale di sci suggerisce che sia solo Cortina, che già ospiterà i Mondiali di sci del 2021, ad essere la sede di tutte queste gare dei Giochi 2026.

Nessuna replica per il momento dalla Regione Lombardia su questa indicazione del Cio. Ma dalle prime indiscrezioni dal Pirellone si intende ribadire che le due sedi separate non comporteranno significativi aumenti dei costi complessivi delle Olimpiadi italiane e che la pista Stelvio di Bormio è il top per le gare maschili, come lo hanno sempre sottolineato anche gli atleti.

La candidatura di Milano-Cortina 2026 prevede le discipline del ghiaccio (hockey maschile e femminile, pattinaggio artistico e danza, e short track) a Milano, come pure il villaggio olimpico principale a Porta Romana e la cerimonia di apertura, in Valtellina a Livigno freestyle e snowboard, a Bormio sci alpino maschile, in Trentino a Predazzo e Tesero discipline dello sci nordico e a Baseglga di Pinè il pattinaggio di velocità, in Alto Adige ad Anterselva il biathlon, e a Cortina d’Ampezzo sci alpino femminile, bob, slittino, skeleton e curling.

Milano-Cortina dunque sembra, al momento, aver superato quanto a gradimento la rivale svedese di Stoccolma-Are. L’impressione dei vertici italiani dello sport italiano, a partire dal presidente del Coni Giovanni Malagò, è che questa relazione abbia segnato un punto a favore della candidatura tricolore: “C’è estrema soddisfazione per la valutazione del Cio su Milano-Cortina. Se ora c’è maggiore fiducia per la scelta finale? Onestamente sì, ne avevamo prima e ora ne abbiamo ancora di più”.

La relazione del Cio su Stoccolma-Are, infatti, è stata più severa che quella su Milano-Cortina, segnalando criticità sulla copertura finanziaria dell’evento e sulla sostenibilità ambientale di alcuni impianti di gara.

Ricordiamo che la decisione finale del Cio è attesa tra un mese, il 24 giugno a Losanna. L’Italia dovrà ottener almeno 44 voti degli 86 delegati del Cio per assicurarsi la vittoria. Questo primo traguardo positivo conta, ma importanti saranno anche i rapporti a livello politico dell’Italia e della Svezia con le altre nazioni rappresentate nell’assemblea del Cio.

Foto: Milano-Cortina 2026

 

Ti potrebbe piacere...

RIVISTA SCI news

Sofia Goggia ambasciatrice di Cortina 2021

Sofia Goggia è la nuova Ambassador dei Mondiali di Cortina 2021. La presentazione ufficiale questo pomeriggio nella cittadina ampezzana.

L’olimpionica bergamasca è, da sempre, una grande amante della Regina delle Dolomiti e questo accordo è…