Marcel Hirscher rinuncia a superG e combinata alpina iridata ad Are 2019

Vittorio Savio by

Marcel Hirscher inizia a fare chiarezza sugli obiettivi di questa stagione che culminerà con i Mondiali di Are in Svezia, al via tra meno di un mese.

Nonostante l’oro olimpico conquistato a PyeongChang 2018, nel febbraio dell’anno scorso, l’argento vinto ai Mondiali di St.Moritz nel 2017 e l’oro vinto a quelli di Vail 2015, Marcel Hirscher ha annunciato di rinunciare a correre la combinata alpina ai Mondiali di Are.

Il campione austriaco vuole concentrarsi solo su gigante e slalom, raggiungendo così la Scandinavia solo pochi giorni prima della prima gara, il gigante, previsto in calendario la seconda settimana di gare. Hirscher resterà ad Are dunque circa 5-6 giorni, rinunciando così ad effettuare le prove cronometrate della discesa libera, per altro una pista molto impegnativa per le sue caratteristiche, e a corre così la combinata e il precedente superG.

Anche la logistica ha un peso in questa decisione: l’ultima gara pre-Mondiali è il gigante di Garmisch-Partenkirchen, in programma il 3 febbraio in Baviera, mentre le prime prove per la combinata sono previste ad Are già dal 5 febbraio.

Inoltre all’indomani di Zagabria Marcel ha dichiarato ai media austriaci che non parteciperà al superG di Kitzbuehel e alla combinata alpina di Wengen, mentre potrebbe essere in gara in quella di Bansko, che però sarà solo dopo il Mondiale.

Rinunce che non intaccano certo la sua leadership in coppa: al momento in classifica generale l’austriaco è a quota 756 contro i 421 del secondo, il norvegese Henrik Kristoffersen; in slalom ha 90 punti su Daniel Yule e in gigante quasi 200 su Alexis Pinturault.

Foto: Atomic-Gepa

Ti potrebbe piacere...