Marc Gisin sta meglio e vuole tornare a gareggiare molto presto

Vittorio Savio by

Notizie positive arrivano dalla Svizzera sul conto del velocista Marc Gisin rimasto vittima a metà dicembre di una brutale caduta in Val Gardena.

E’ trascorso ormai quasi un mese dall’incidente che lo ha visto protagonista durante la discesa libera maschile di coppa del mondo in Val Gardena, ma ora Marc Gisin sta meglio è non appena sarà terminata la sua riabilitazione il sogno è quello di tornare a gareggiare.

Lo ha dichiarato lui stesso in una intervista televisiva alla televisione di stato SRF. Marc Gisin, fratello delle due campionesse olimpiche Dominique e Michelle, rimase vittima il 15 dicembre scorso di una brutale caduta al passaggio delle Gobbe del Cammello sulla Saslong, nel quale rimediò diverse costole rotte, una lesione ai polmoni, e una contusione all’anca.

Trasportato prima all’Ospedale di Bolzano e poi a quello di Lucerna, rimase in terapia intensiva fino al 21 dicembre. Attualmente il decorso post operatorio sta procedendo bene, anche se bisogna ancora superare alcuni passaggi ha fatto sapere il 30enne velocista elvetico, che a causa di alcuni problemi ancora presenti all’anca (due micro fratture) deve muoversi con le stampelle per altre 3 settimane. La forte botta alla testa si è rivelata meno grave rispetto a quella rimediata nel corso di un’altra caduta, quella a Kitzbühel nel 2015. Il test cognitivo ha dato esito positivo al 100%.

Riguardando le immagini dell’incidente l’elvetico ritiene di essere stato molto fortunato visto l’impatto avuto con testa e schiena. Ora però intende solo concentrarsi sul recupero e sul suo ritorno alle competizioni.

In questi giorni Gisin a già lasciato la Clinica di Lucerna e si trova a casa sua ad Engelberg per proseguire con le terapie e la riabilitazione svolte nella vicina Rheinfelden come ha lui stesso postato sul suo profilo di Instagram.

Foto: Engelberg.ch

 

Ti potrebbe piacere...