L’unica gattista d’Italia lavora a Carezza

Enrico Maria Corno by

Non appare esattamente come un lavoro femminile ma, in fondo, chi l’ha detto?

Questo deve avere pensato Martina Blaas, 26enne altoatesina, gattista, che abbiamo incontrato alla Laurins Lounge di Carezza al termine del suo turno di lavoro

“Tutto è cominciato in modo molto naturale. Avevo un po’ di amici che facevano i gattisti, c’era bisogno di qualcuno che lavorasse di notte, a me l’idea piaceva e mi hanno fatto provare. Per guidare un gatto non serve la patente ma solo tanta esperienza: io ho passato molti mesi accompagnando un collega durante l’attività per scoprire i segreti di questo mestiere. Dite che sono l’unica donna che lavora sui battipista in Italia? È possibile ma so che ce ne sono altre in attività sia in Svizzera che in Austria”.

Come riconoscere Martina quando lavora? “Il mio gatto è l’unico con gli specchietti retrovisori di color rosa intenso”…

Ti potrebbe piacere...

RIVISTA SCI news

Da dove prende il nome l’Abetone?

L’Abetone è la maggiore stazione sciistica della Toscana, una delle migliori e più vaste di tutto l’Appennino.

Ma da dove deriva il nome? La stazione sciistica in provincia di Pistoia dove è nato Zeno Colò…

RIVISTA SCI news

I 3 migliori cocktail di montagna

Anche in montagna, lontano dai celebri cocktail bar delle grandi città, si possono bere miscelati di prim’ordine.

Bere bene in un locale tranquillo, immersi in un’atmosfera calda ed esclusiva è una soddisfazione che in montagna,…

RIVISTA SCI news

Gli sci artigianali made in Italy

Quando la passione fa il paio con l’alta tecnologia. La qualità dell’artigianato italiano si fa valere anche nel settore della produzione degli sci più di quanto ci si possa immaginare.

Sul mercato, non ci sono…