Lake Louise: Carlo Janka bissa vittoria in 2/a prova, ma Paris c’è 6/o tempo

Vittorio Savio by

E’ ancora targata Svizzera la Olympic Men di Lake Louise. Carlo Janka bissa il successo nella prova di ieri confermandosi anche in quella odierna: 6/o però c’è Paris.

Carlo Janka ci prova gusto sulla neve ghiacciata di Lake Louise e vince anche la seconda prova cronometrata con il tempo di 1’47″64, precedendo l’americano Travis Ganong per 58 centesimi e l’austriaco, campione olimpico, Matthias Mayer, per 64 centesimi.

La novità, però, è che i grossi calibri della velocità si stanno avvicinando alle posizioni migliori. A partire dal tedesco Thomas Dressen, quinto, con 87 centesimi di ritardo dal leader di giornata. Poi c’è finalmente un po’ di Italia dopo la magra di ieri con Dominik Paris, che si piazza al sesto posto con 92 centesimi di svantaggio rispetto a Janka, in netto avanzamento rispetto alla prima prova di giovedì.

Gran prova dell’emergente giovane elvetico Marco Odermatt, che stacca il quarto tempo con il pettorale numero 70. Si rivede in zona alta anche il francese Johan Clarey, così come lo svizzero Mauro Caviezel. Ancora nascosto, l’altro rossocrociato, Beat Feuz, ventitreesimo, ma pronto a lanciare la zampata del detentore della coppa di specialità nella gara.

Fuori dai trenta gli altri italiani al via. Con Innerhofer e Marsaglia ancora ai box, ma pronti a rientrare a Beaver Creek, Mattia Casse piazza il 32° tempo con un ritardo di 2″32. Più indietro Emanuele Buzzi a 2″61, Peter Fill a 3″01 e Federico Simoni a 3″23.

Sabato, la verità della prima discesa stagionale, con partenza alle 20.15 (ora italiana) e diretta su RaiSportHD ed Eurosport.

Foto: Fisi-Pentaphoto/MarcoTrovati

Ti potrebbe piacere...