Kitzbuehel: da mercoledì il via all’Hahnenkamm Trophy 2020, gli 8 azzurri in gara sulla Streif

Vittorio Savio by

L’appuntamento con l’Hahnenkamm Trophy 2020 è giunto: da mercoldeì la Streif sarà l’ombelico del circo bianco. Ecco gli 8 velocisti azzurri in gara sulla Streif.

Arriveranno domani mattina a Kitzbuehel le squadre nazionali che saranno impegnate nel lungo week end della coppa del mondo maschile, quello con il leggendario Hahnenkamm Trophy che quest’anno compie 80 anni.

Un appuntamento tra i più attesi del circo bianco che poterà nella località del Tirolo per tre giorni di gare oltre 200mila spettatori. Sarà una edizione importante perchè sarà l’occasione per festeggiare una delle gare più storiche del circo bianco, superata solo per anzianità da Wengen e dal suo Lauberhorn Trophy che quest’anno ha festeggiato i 90 anni.

Gli organizzatori stanno ultimando gli ultimi dettagli per la tre giorni di gare, ma anche di eventi mondani che vedranno Kitzbuehel al centro dei riflettori mediatici di tutto il mondo.

Sono intanto otto i velocisti italiani per le gare sulla Streif di Kitzbuehel: il superG di venerdì 24 e la discesa di sabato 25 gennaio. Ci saranno: Guglielmo Bosca, Emanuele Buzzi, Mattia Casse, Davide Cazzaniga, Peter Fill, Christof Innerhofer, Matteo Marsaglia e Dominik Paris come ha deciso lo staff tecnico guidato dal Ds Massimo Rinaldi e dal responsabile dei velocisti Alberto Ghidoni. Per Innerhofer ci sarà da sciogliere l’incognita partecipazione alla discesa libera. Al momento il velocista di Gais non ha mai partecipato ad una gara quest’anno anche per non rischiare di intaccare il suo status di infortunato che ha congelato la sua posizione nella classifica Wcsl sia della discesa che nel superG. Secondo quanto annunciato alla vigilia di Wengen Innerhofer avrebbe avanzato l’ipotesi di correre solo il superG, ma parteciperà comunque aalle due prove per poi decidere come già fatto in precedenza quest’anno se prendere il via anche nella discesa libera di sabato.

Già eliminata dal programma la prova prevista per domani, martedì, per risparmiare la pista sottoposta a temperature piuttosto elevate per il periodo, il primo giorno di attività sarà dunque mercoledì 22 gennaio, quando andrà in scena la prima prova cronometrata alle 11.30.

Giovedì 23 quindi la seconda ed ultima prova, sempre alle 11.30, mentre venerdì 24 sarà la volta della gara di superG a tenere banco (start alle 11.30). Sabato 25 la classica dell’Hahnenkamm sulla mitica Streif, una delle discese più difficili e famose del mondo, che prenderà il via alle 11.30. Il programma terminerà domenica 26 gennaio con lo slalom, prima manche alle 10.30 e seconda alle 13.30.

Due gli eventi sportivi collaterali: mercoledì 22 gennaio il Longines Future Hanenkamm Champions Junior Race ad inviti con un gigante ed uno slalom riservato alla categoria ragazzi e ragazze Under 16, mentre sabato 25 è in programma la Kitz Charity Race – Vip con un gigante a squadre sulla parte terminale della Streif nel pomeriggio alla quale parteciperanno personaggi internazionali del mondo dello spettacolo, della moda, dello sport e della politica.

Negli ultimi anni la Streif è stato il territorio di caccia di Dominik Paris, che ha raggiunto, lo scorso anno, quota tre successi nella discesa (’13, ’17 e ’19) cui si aggiunge la vittoria in superG del 2015. Nel 2016 la vittoria in discesa andò a Peter Fill, mentre l’ultimo vincitore dello slalom sulla Ganslern fu Cristian Deville, nel 2012.

Per Paris una occasione ghiotta per puntare ad uno storico poker realizzato solo da Karl Schranz e Franz Klammer e per avvicinare il recordman Didier Cuche che qui vinse cinque volte, ma sfruttando anche una discesa in due manche. Sarà comunque battaglia tra il gigante della Val d’Ultimo e l’elvetico Beat Feuz che lo precede in classifica di specialità e vincitore sabato sulle nevi di casa a Wengen, con Paris secondo.

Il meteo per oggi ha visto ancora nuvole basse dopo due giorni di leggero nevischio. Da domani però andiamo verso un miglioramento con cielo più sereno per uno spettacolo tra i più attesi per la gara con il più alto montepremi della coppa del mondo dall’alto dei suoi 725mila Euro.

Gli atleti ringraziano, perchè il montepremi è quasi il doppio di una normale gara di Coppa del Mondo. Il vincitore di slalom e discesa porterà a casa 100mila euro, 50 e 25 per il secondo e terzo gradino; in superg saranno invece rispettivamente 68.500, 34.250, 17.100 gli euro per il podio. Inoltre 20mila euro saranno distribuiti tra i vincitori delle gare Junior che si svolgeranno i giorni precedenti alle gare di Coppa del mondo.

Foto: Fisi-Pentaphoto/Alessandro Trovati

Ti potrebbe piacere...