Killington: Mikaela Shiffrin mette il 62/o sigillo per la storia, 10/a Irene Curtoni

Vittorio Savio by

Disbriga con facilità la pratica slalom di Killington Mikaela Shiffrin vincendo la sua 62/a gara in carriera, raggiungendo Moser-Proell, la 51/a tra i pali stretti e infliggendo distacchi ampi a tutte le sue dirette avversarie.

Messo in cassaforte il risultato già nel corso della prima manche dello slalom speciale di Killington, la 24enne campionessa statunitense ha sciato come sa fare e si è portata a casa questo ennesimo trionfo tra i pali stretti – il quarto sulle nevi di casa del Vermont, dopo che ieri si era dovuta inchinare alle nostre Bassino e Brignone nel gigante. Alle spalle di Shiffrin, che raggiunge a vittorie assolute Annemarie Moser-Proell e mette nel mriino la sua ex collega Lindsey Vonn a quota 84. Una Shiffrin  che ha corso praticamente da sola, mentre è stata lotta tra le altre per un posto sul podio.

Damigelle d’onore della statunitense quest’oggi la solita Petra Vlhova, seconda per la decima volta consecutiva, finita a +2.29, mentre terza è la svedese Anna Swenn-Larson (+2.73), quarto podio in carriera abile a recuperare quest’oggi ben sei posizioni, grazie anche all’inforcata dopo due porte di una sfortunata Wendy Holdener (terza in mattinata), l’eterna piazzata in slalom. Quarta la tedesca Christina Ackermann a +3.08), mentre 5/a finisce Nina Haver-Loeseth bravissima a recuperare 12 posizioni.

Italia decimata anche quest’oggi in slalom, con la sola Irene Curtoni al traguardo finale. Qualche errore di troppo sul muro centrale costringono la 34enne portacolori dell’Esercito a cedere qualcosa in termini di centesimi, ma concludendo comunque una discreta prova in recupero in 10/a piazza finale (+4.40). Brutta inforcata, invece, per Federica Brignone, per fortuna senza conseguenze dopo un tuffo in avanti, quando stava viaggiando a mille e avrebbe potuto chiudere sicuramente nelle top10 nella sua prima uscita stagionale tra i pali stretti dello slalom, dopo aver concluso con l’11 tempo nella prova mattutina.

Nella prima manche non si era qualificata Marta Peterlini, mentre erano uscite sia Midali che Dalla Mea.

Ora il circo rosa si sposta in Canada per le prime gare veloci della stagione a Lake Louise, in programma il prossimo fine settimana.

Foto: Atomic-GEPA/Christian Walgram

Ti potrebbe piacere...