Italiani Assoluti: Nadia Fanchini tricolore bis in superG, Marta Bassino in combinata alpina

Vittorio Savio by

Nadia Fanchini e Marta Bassino fanno entrambe agli Assoluti. Sulle nevi di Passo Falzarego vincono rispettivamente in superG e combinata alpina.

La stagione di Nadia Fanchini si chiude dunque col botto: dopo il titolo italiano in discesa di ieri, la bresciana fa il bis in superG regalandosi una meravigliosa doppietta, impresa che a dire il vero le era già riuscita tre volte, nel 2004, nel 2006 e nel 2008. Così la veterana del gruppo sportivo Fiamme Gialle raggiunge Isolde Kostner a quota 7 trionfi nell’albo d’oro della specialità e conferma, come si era già intravisto alle finali di Soldeu, di essere arrivata in ottima condizione alla fine dell’inverno.

Stando all’ordine d’arrivo e ai tempi di distacco, l’unica che poteva negare alla Fanchini il doppio oro agli Assoluti di Passo San Pellegrino sulla pista La Volata poteva essere Sofia Goggia, ma la bergamasca, a caccia del suo primo “scudetto”, è arrivata comunque a 71 centesimi di ritardo, accontentandosi così della medaglia d’argento. Il bronzo è andato a Marta Bassino, che ha così portato a casa un’altra medaglia dopo l’oro in gigante di Cortina. A oltre due secondi le sorelle Delago, con Nicol quarta e Nadia quinta a soli 12 centesimi, mentre Francesca Marsaglia si è classificata al sesto posto. Ottava Anna Hofer, alla sua gara d’addio: la 31enne altoasina delle Fiamme Oro è stata festeggiata dalle compagne al traguardo. In carriera vanta una vittoria (discesa di Davos 2016) e dodici podi complessivi in Coppa Europa, mentre il 10° posto nel superG di Val d’Isere 2017 è il suo miglior risultato in Coppa del mondo, dove ha esordito nel 2011.

La gara, oltre che come prima manche della combinata poi completata dalla prova di slalom, era valida anche per il titolo nazionale e per il Gran Premio Italia nelle categorie Giovani e Aspiranti. Nel primo caso la medaglia d’oro è andata a Sofia Pizzato, nona nell’ordine d’arrivo complessivo, che ha preceduto Monica Zanoner e Carlotta Nimue Welf. Nel Gran Premio Italia, invece, la tappa se l’è aggiudicata Sara Allemand davanti a Julia Silgoner ed Elisa Schranzhofer. Per quanto riguarda gli Aspiranti a trionfare è stata Pilar Elisa Lucchini, 17enne valdostana dello sci club Azzurri del Cervinio, che era già stata bronzo in discesa 24 ore prima e stavolta ha preceduto di 11 centesimi Alice Calaba, classe 2002 del Gressoney Monte Rosa, e Carole Agnelli, che con il pettorale numero 54 ha vinto l’argento ex aequo con Calaba portando a casa la seconda medaglia di fila.

Secondo trionfo agli assoluti quest’anno anche per Marta Bassino. Dopo la doppietta di Nadia Fanchini, anche la piemontese concede il bis e dopo aver vinto la medaglia d’oro nel gigante di Cortina la settimana scorsa, fa altrettanto nella combinata di Passo San Pellegrino, succedendo nell’albo d’oro a Johanna Schnarf, quest’anno assente per infortunio.

Bassino, che si era classificata terza nel superG del mattino alle spalle di Nadia Fanchini e Sofia Goggia, è partita in realtà in testa nello slalom, perché le sue due colleghe del gruppo di Coppa del mondo non hanno affrontato la manche tra i pali stretti. Così la 23enne portacolori dell’Esercito non ha avuto problemi nel difendere il primo posto chiudendo con 1″23 su Sofia Pizzato e 1″40 su Nicol Delago, mentre Sara Allemand, prima delle atlete che non sono ancora in Nazionale, ha chiuso quarta a 57 centesimi dal podio.

La gara era valida anche per i titoli Giovani e Aspiranti: podio composta da Pizzato, Allemand e Giulia Paventa nella prima categoria, mentre tra le più piccole ha vinto Nicole Nogler Kostner, decima nell’ordine d’arrivo complessivo, precedendo Alice Pazzaglia e Alice Calaba, entrambe del 2002. Giovedì 28 le Aspiranti gareggeranno per il titolo italiano del gigante e anche in questo caso la gara sarà valida anche per il Gran Premio Italia.

Foto: Fisi-Pentaphoto

Ti potrebbe piacere...