Il team Audi con Mattia Casse e Lisa Vittozzi alla 33/a Maratona dles Dolomites 2019

Vittorio Savio by

C’è tanta Fisi ai nastri di partenza della 33/a edizione della Maratona dles Dolomites 2019 in programma domenica 7 luglio con partenza ed arrivo in Alta Badia.

Saranno Lisa Vittozzi, Giuseppe Montello e Mattia Casse i rappresentanti della FISI schierati nel team AUDI, al via domenica 7 luglio nella 33sima edizione della “Maratona dles Dolomites”, il classico appuntamento con la Granfondo più famosa del mondo che vede iscritti oltre 9000 cicloamatori attraverso i mitici passi di montagna come Campolongo, Pordoi, Sella, Gardena, Giau, Falzarego, Valparola. E prima della fine, per chi sceglie il percorso medio e il lungo, le ulteriori salite di Mur dl Giat, il Muro del Gatto, con pendenza che sfiora il 20%.

Molti, come da tradizione, i campioni dello sport che si cimenteranno in questa giornata: oltre ai tre citati, saranno presenti Federico Pellegrino, Manfred Moelgg, Sofia Goggia, Dorothea Wierer, Manuela Moelgg, Paolo Bettini, Davide Cassani, Filippo Pozzato, Maria Canins, Alex Zanardi, Carlos Checa e Kristian Ghedina.

I partecipanti avranno la possibilità di scegliere uno dei tre percorsi a disposizione: Percorso Maratona (138 km con un dislivello di 4230 metri), Percorso Medio (106 km per 3130 metri di dislivello) e Percorso Sellaronda (55 km per 1780 metri di dislivello), la madrina sarà Martina Colombari.

“Una edizione dedicata al Duman, al domani, a un domani rivolto soprattutto a Madre Terra che abbiamo messo in seria difficoltà senza renderci conto- spiega i patron della manifestazione Michl Costa –  che cosi facendo stiamo mettendo in difficoltà noi stessi. Ma vogliamo essere ottimisti, perciò guardiamo al domani pensando che già oggi dobbiamo e possiamo fare molto per migliorare questa situazione. Nel nostro piccolo, quando pensiamo al domani pensiamo ai passi dolomitici chiusi al traffico motorizzato – senza fantomatiche gallerie che bucano il ventre della terra – e alle tante persone che all’ombra delle Dolomiti Patrimonio dell’Umanità, potranno godere del silenzio, della Bellezza, del respiro di nuovo integro delle montagne. Quando pensiamo al domani ci rendiamo conto dello sforzo che facciamo e quanta disciplina occorre per organizzare la Maratona dles Dolomites – Enel e pensiamo soprattutto al grande entusiasmo che gli oltre 9.000 ciclisti donano alla Maratona. Quando pensiamo al domani, pensiamo che sarà una festa grande anche questa volta grazie a tutti i volontari che ci danno una mano e a tutti coloro che continuano a credere in questo sogno possibile”.

Molti, come da tradizione, i campioni dello sport che si cimenteranno in questa giornata: oltre ai tre citati, saranno presenti Federico Pellegrino, Sofia Goggia, Dorothea Wierer, Manuela Moelgg, Paolo Bettini, Davide Cassani, Filippo Pozzato, Maria Canins, Alex Zanardi, Carlos Checa e Kristian Ghedina.

Una Maratona solidale. Il 29 ottobre sulle Dolomiti il maltempo ha creato danni ingenti distruggendo milioni di alberi, strade, sentieri e danneggiando interi paesi. Soprattutto la zona dell’Agordino e del Fodom è stata colpita con particolare violenza. Per questo il Comitato Maratona dles Dolomites ha deciso di organizzare una raccolta fondi da destinare ai comuni di Colle Santa Lucia e Livinallongo che da anni vedono transitare l’immenso gruppo dei ‘maratoneti’.

Oltre alle 388 iscrizioni di beneficenza previste da regolamento, sono state vendute altre 74 iscrizioni a prezzo maggiorato; metà il 28 novembre 2018 e metà il 28 marzo 2019. Si tratta di 40 iscrizioni Gold al prezzo di 250€, 30 iscrizioni Platinum al prezzo di 500€ e 4 iscrizioni Crystal al prezzo di 1.500€.
L’intero introito di queste iscrizioni, per un totale di 31.000 €, è stato devoluto ai due Comuni: un piccolo contributo per aiutare questi magnifici posti a tornare alla normalità.

I volontari sono i veri protagonisti della corsa: un piccolo, grande esercito pacifico di quasi 1500 persone fra donne, uomini e giovani che rende possibile una manifestazione prestigiosa come la Maratona dles Dolomites-Enel. Senza il loro aiuto, il loro sostegno, la loro passione che si rinnova di anno in anno non ci sarebbe la Maratona. I volontari si occupano di tutto, dalla distribuzione dei pettorali alla gestione dei punti ristoro, dalla preparazione dei pacchi gara al coordinamento dell’area d’arrivo. Sono il fulcro centrale e indispensabile di tutto l’apparato organizzativo. E quando la corsa finisce e tutto si smantella, ecco che il giorno dopo la gara si fa festa grande tutti insieme. Un’enorme grigliata, con tanto di lotteria, è allestita per premiare gli sforzi di tutti: un evento nell’evento, un momento di festa e di gioia da condividere pensando già all’edizione successiva. Perché lo spirito dei volontari è questo: darsi una mano e stare bene insieme.

La Maratona dles Dolomites – Enel è la manifestazione sportiva italiana più rappresentata a livello provinciale: sono 104 su un totale di 107. Il partecipante meno giovane è l’italiano Pugliese Marco nato il 16 giugno del 1938.

I volontari che come detto sono più di 1520 sono impegnati per oltre 23.250 ore di lavoro complessive. I punti ristoro dislocati lungo il percorso sono sei e dispensano la bellezza di 2100 kg di banane, 800 kg di arance, 10500 panini imbottiti, 320 kg di formaggio, 280 kg di prosciutto cotto, 800 kg di torte e dolciumi, 4500 litri di Coca Cola, 9000 litri di acqua minerale, 1300 succhi di frutta, 11500 litri di sali minerali, 11.000 piatti di tortellini Rana e 8500 tra bistecche e salsicce.

 Negli anni la Maratona dles Dolomites-Enel è diventata un appuntamento imperdibile per molti personaggi non solo sportivi, ma anche del mondo dello spettacolo e dell’imprenditoria italiana ed internazionale. Tra i nomi presenti alla 33edizione spiccano alcuni habitué come Paolo Bettini, Davide Cassani, Federico Pellegrino, Filippo Pozzato, Dorothea Wierer, Lisa Vittozzi, Nicola Savino e Maria Canins. Ritorna quest’anno anche Alex Zanardi, che effettuerà il percorso con la sua handbike. Dopo sette edizioni la Maratona dles Dolomites-Enel vede anche il ritorno di Sofia Goggia, argento mondiale nel superG di Are 2019. Per la prima volta alla partenza, invece, ci saranno Carlos Checa, Kristian Ghedina e Vittorio Brumotti.

Il gruppo di industriali ed imprenditori quest’anno sarà composto da Matteo Arcese (Arcese Trasporti), Francesco Starace (Enel), Fausto Pinarello (Pinarello), Laura Colnaghi (Carvico), Emilio Mussini (Panaria Group), Giovanni Bruno (Sky) e Alberto Sorbini (Enervit).

Il ritrovo-partenza è fissato a La Villa-Alta Badia (Bz) dalle ore 5.30 alle ore 6.15, orario di chiusura delle griglie. Il via alle ore 6.30. Diretta tv dalle 6.00 su Rai2HD.

Foto: AltaBadia-Freddy Planinschek

Ti potrebbe piacere...