Il 18 dicembre appuntamento con lo slalom speciale di Coppa Europa ad Obereggen

Vittorio Savio by

Presentata a Bolzano la 36/a edizione della Coppa Europa di Obereggen, la Kitzbuehel della coppa continentale.

E’ stata presentata a Bolzano la 36/a edizione della Coppa Europa di Obereggen, in programma nel cuore altoatesino del comprensorio dello Ski Center Latemar, che aprirà la stagione quest’oggi in notturna.

Lo slalom maschile di Coppa Europa di Obereggen, si svolgerà mercoledì 18 dicembre sulla pista Maierl e sarà trasmesso in diretta da RaiSport col commento di Max Blardone e Davide Labate.

La pista „Maierl” dal 2016 ormai sostituisce la pista Oberholz che per più di trent’anni era stata la pista della Coppa Europa di Obereggen. Nelle tre recenti edizioni la pista Maierl ha convinto pienamente, essendo una pista molto impegnativa e selettiva. Con la sua pendenza fino al 55 per cento la pista Maierl è una sfida anche per i migliori slalomisti del mondo.

Ed è una pista conforme alla reputazione della quale Obereggen gode in ambito sciistico. Obereggen porta il soprannome “Kitzbühel della Coppa Europa” ed è tutt’altro che una gara di Coppa Europa qualsiasi. Intanto si tratta della Coppa Europa più vecchia in assoluto, con oltre 35 anni di storia alle spalle. Poi si tratta di una “mezza Coppa del Mondo”, considerato che a Obereggen gareggiano ogni anno tanti campioni di Coppa del Mondo come in poche altre gare di Coppa Europa. Infine Obereggen è un organizzatore affidabilissimo, visto che dalla prima edizione 1983 ha mancato l’appuntamento con la gara soltanto due volte – l’ultima volta ben 19 anni fa (nel 2000). Una serie che è di tutto rispetto e rarissima a livello di Coppa Europa e anche di Coppa del Mondo.

“Anche quest’anno prepareremo la pista nel migliore dei modi, sono già cadute abbondanti nevicate – ha annunciato Eduard Pichler, presidente del comitato organizzatore della gara in collaborazione con lo Sci Club Ase Catinaccio e lo Sci Club Ega. “Un ringraziamento doveroso va ai nostri collaboratori bravissimi nel preparare le piste” ha sottolineato Siegfried Pichler a.d. della società impianti Obereggen Latemar Spa.

La collocazione dello slalom di Obereggen nel calendario rende l’appuntamento ancor più imperdibile, visto che subito dopo lo slalom di Coppa del Mondo in Val d’Isere (15 dicembre), non ci saranno più gare di questa specialità fino al 5 gennaio a Zagabria e sarà dunque l’occasione giusta per consolidare e affinare la forma in vista dei successivi impegni del circo bianco e migliorare anche i punti Fis della graduatoria di specialità. Obereggen sarà la terza tappa di Coppa Europa dopo Funesdalen (Svezia, due slalom in data 29 e 30 novembre) e Fassa (16 dicembre).

Marcel Hirscher, ritiratosi a setemmbre scorso, guida una lista lunghissima di campioni mondiali, campioni olimpici e vincitori di Coppa del Mondo che in passato hanno preso posto sul podio di Obereggen. Tra questi anche Andre Myhrer, campione olimpico di slalom in carica e “mister Obereggen” con ben quattro trionfi nel 2004, 2005, 2007 e 2010. Altri personaggi nell’albo d’oro anche Giuliano Razzoli, Reinfried Herbst, Manfred Pranger, l’indimenticato Alberto Tomba, Benjamin Raich, Stephan Eberharter, Kristian Ghedina, Luc Alphand, Tomas Fogdoe, Rudi Nierlich, Armin Bittner, Peter Müller e così via.

La Coppa Europa di Obereggen ricorda i due fratelli Karl e Peter Pichler. Entrambi vissero per lo sci ed entrambi persero la vita tragicamente, quando giravano per il loro sport. Karl morì in un incidente stradale nel 1982 in Nuova Zelanda dove si trovava con la nazionale azzurra di sci alpino in veste di allenatore. Peter morì sotto una valanga a Passo Oclini nel 1977. La Coppa Europa di Obereggen è legata moltissimo anche a un altro nome: Bruno Fusmini fu co-fondatore e direttore di gara fino al 1999.

Lo scorso anno lo slalom speciale fu vinto dal croato Istok Rodes davanti ad un ritrovato Giuliano Razzoli, campione olimpico di slalom a Vancouver 2010.

Foto: Obereggen

Ti potrebbe piacere...