I Paperon de Paperoni della Coppa del Mondo di sci, Mikaela Shiffrin batte Marcel Hirscher

Vittorio Savio by

Conclusa la coppa del mondo abbiamo fatto i conti in tasca agli sciatori più ricchi del circo bianco: in testa Mikaela Shiffrin, record assoluto di guadagno, che batte Marcel Hirscher.

L’austriaco Marcel Hirscher, fresco vincitore della ottava coppa del mondo generale consecutiva, è per l’ottavo anno di fila ancora il “Paperon de Paperoni” della coppa maschile, guidando la classifica dei guadagni stagionali: naturalmente tenendo conto solo dei premi gara e non anche delle sponsorizzazioni personali.

In campo femminile invece Mikaela Shiffrin conquista per la terza volta questa speciale classifica, a braccetto con la sua terza sfera di cristallo generale, non consecutiva, ma supera in guadagni il collega più anziano Hirscher.

Hirscher vede una flessione da 669.681 della scorsa stagione ai 565.111 Franchi svizzeri guadagnati in questa, mentre la Shiffrin fa segnare l’ennesimo record di una stagione pazzesca e anche grazie al record di 17 vittorie in una singola stagione si porta a casa ben 886.386 Franchi svizzeri pari a circa 780.000 euro, la cifra più alta mai guadagnata da uno sciatore o sciatrice in premi gara in assoluto.

Come detto la 24enne campionessa di Vail deve questo incremento alle 17 vittorie ottenute, pagate (come minimo) 45.000 Franchi svizzeri, con il massimo nel parallelo di Stoccolma che vale da solo 55.000 Franchi svizzeri. Marcel Hirscher ringrazia (come un anno fa), invece, lo slalom di Schladming – tra i più ricchi del circo bianco dopo Zagabria – con 69.331 Franchi svizzeri di montepremi per il vincitore.

Scorrendo questa speciale classifica troviamo, in campo femminile, la novità della slovacca Petra Vlhova, seconda in classifica generale, che porta a casa 428.195 Franchi svizzeri, cifra di assoluto rispetto, ma che risulta meno della metà della americana; terzo posto per la vincitrice della coppa di discesa Nicole Schmidhofer con 209.450 Franchi svizzeri.

La prima azzurra di questa speciale classifica è Federica Brignone, sesta, che si mette in tasca 165.325 Franchi svizzeri, in flessione rispetto ai  223.493 dello scorso anno. La carabiniera di La Salle deve ringraziare le vittorie di Killington e Crans-Montana che da sole valgono 90.000 Franchi svizzeri. La seconda azzurra è Sofia Goggia, 10/a, ma entrata in gara solo a fine gennaio causa infortunio, con 93.091 Franchi svizzeri merito soprattutto alla vittoria nella discesa di Crans-Montana (45.000 Franchi svizzeri).

Tra gli uomini il secondo gradino del podio è tutto per Dominik Paris con 382.710 Franchi svizzeri: autore di una stagione straordinaria, il nostro velocista è quarto in classifica generale, ma secondo in quella dei premi: la doppietta di Bormio vale 80.000 Franchi svizzeri, la vittoria sulla Streif 84.360 e nel complesso la tappa di Kitzbuehel 100.000, le tappe di Kvitfjell e Soldeu 90.000 ciascuna. Terzo gradino del podio per Alexis Pinturault con 242.631 Franchi svizzeri. Christof Innerhofer è 15/o in questa graduatoria con 91.646 Franchi svizzeri.

Foto: Atomic-GEPA pictures/Andreas Pranter

Ti potrebbe piacere...