Hahnenkamm e vino Alto Adige-Suedtirol insieme per gli 80 anni della Streif

Vittorio Savio by

Il 2020 sarà l’anno dei festeggiamenti a Kitzbuehel per gli 80 anni dell’Hahnenkamm Trophy e il vino suedtirolese sbarca sulla Streif.

In occasione dell’80° anniversario delle gare dell’Hahnenkamm è stata suggellata nei giorni scorsi, presso il Gustelier di Bolzano, la cooperazione tra il settore vinicolo dell’Alto Adige e il Kitzbüheler Ski Club, promotore delle gare dell’Hahnenkamm.

Con l’occasione sono stati presentati i due vini selezionati, un Pinot Bianco dell’Alto Adige della Tenuta Alois Lageder e un Lagrein dell’Alto Adige della Cantina Kurtatsch. I due vini saranno presentati e serviti quali ambasciatori dell’Alto Adige durante diversi eventi del fine settimana di gare tra il 24 e il 26 gennaio 2020.

Su iniziativa del Consorzio Vini Alto Adige, di IDM Alto Adige e del Kitzbüheler Ski Club, nella primavera del 2019 è stato siglato un progetto di cooperazione che prevede la selezione, la promozione e l’utilizzo di due vini dell’Alto Adige in occasione delle gare dell’Hahnenkamm di Kitzbühel.

Entrambi i vini sono stati presentati nei giorni scorsi a Bolzano presso il Gustelier – l’atelier dedicato alle esperienze del gusto – alla presenza di numerosi rappresentanti e ospiti d’onore provenienti da Kitzbühel e dall’Alto Adige.

Dopo una preselezione che ha interessato 37 aziende dell’Alto Adige e 91 vini, a raggiungere la finale sono state 6 cantine e 11 vini. Una giuria di degustazione coordinata dal presidente del Kitzbüheler Ski Club Michael Huber ha decretato i due vini vincitori. Entrambi esibiranno una speciale etichetta con il logo dell’80/a edizione delle gare dell’Hahnenkamm.

Durante il suo intervento di saluto Maximilian Niedermayr, presidente del Consorzio Vini Alto Adige, si è detto estremamente soddisfatto della realizzazione di questa esclusiva partnership enologica: “Per il settore vinicolo dell’Alto Adige è un vero onore e, allo stesso tempo, un riconoscimento poter essere presente alle gare dell’Hahnenkamm con due vini di qualità di altrettante prestigiose aziende come la Tenuta Alois Lageder e la Cantina Kurtatsch”. Questa partnership sostiene inoltre l’impegno del Consorzio Vini Alto Adige nel presentare i vini dell’Alto Adige a un pubblico sempre più internazionale.

Hansi Pichler, presidente di IDM Alto Adige, ha sottolineato l’importanza di avere l’occasione di presentarsi a un evento di una così ampia portata internazionale come la Coppa del mondo di sci di Kitzbühel. “Le gare dell’Hahnenkamm rappresentano un marchio dinamico dall’elevato valore sportivo, un polo di attrazione per il pubblico della Coppa del mondo di sci nonché un apprezzatissimo punto di incontro nella scena dell’intrattenimento internazionale”. L’Alto Adige sarà posto al centro dell’attenzione sia come ambita destinazione turistica sia come territorio d’origine di famosi vini pregiati. In vista dei Campionati del mondo di biathlon di Anterselva, inoltre, Kitzbühel rappresenta una piattaforma ideale per sottolineare la competenza dell’Alto Adige nei grandi eventi dello sport invernale.

Michael Huber, presidente del Kitzbüheler Ski Club presidente delle gare dell’Hahnenkamm ha ripercorso le fasi della nascita del progetto di cooperazione: “Abbiamo optato per un vino dell’Alto Adige per molte ragioni. Innanzitutto perché si tratta di un prodotto di qualità dell’Alto Adige e in considerazione dei rapporti molto stretti che ci legano agli amici sportivi della Val Gardena e Val Badia, nonché della Cavalcata di Oswald von Wolkenstein. A ciò si aggiunge che i due terzi delle vittorie italiane sull’Hahnenkamm se li sono aggiudicati atleti altoatesini come Gustavo Thoeni, Dominik Paris e Peter Fill. Inoltre molti altoatesini sono grandi fan delle gare dell’Hahnenkamm e vengono ad assistervi ogni anno. La scelta di un vino dell’Alto Adige è stata fatta per tutti questi motivi e vuole rappresentare anche un omaggio e un ringraziamento per l’entusiasmo verso le nostre gare”.

Alois Clemens Lageder ha descritto il Pinot Bianco dell’annata 2018 come un vino fresco, dall’aroma delicato e fruttato. Questo Pinot Bianco, le cui uve provengono da selezionate vigne dell’Alto Adige, esprime appieno tutta la diversità della regione. L’obiettivo dei Vitigni Classici presenti nell’assortimento di Alois Lageder è proprio quello di esprimere al meglio le peculiarità di ogni vitigno attraverso la varietà dell’Alto Adige.

Harald Cronst della Cantina Kurtatsch ha descritto il Lagrein dell’Alto Adige Riserva Frauenrigl 2016 come un vino dal colore intenso, seducenti note fruttate con sentori di frutti di bosco, bacche di sambuco, ciliegie nere e semi di cacao e una lunga persistenza.

Foto: Hahnenkammrennen.com

Ti potrebbe piacere...