Flachau: Petra Vlhova stende Mikaela Shiffrin, suo lo slalom

Vittorio Savio by

Settimo successo in carriera per Petra Vlhova che nello slalom speciale femminile in notturna di Flachau in Austria brucia sul filo di lana le velleità di vittoria di una incredula Mikaela Shiffrin.

Sotto una fitta nevicata Petra Vlhova, nonostante lo stato febbrile e la tosse – decide di correre solo all’ultimo istante – riesce comunque a superare per la terza volta quest’anno la leader della graduatoria generale Mikaela Shiffrin. Ci era già riuscita due volte nelle ultime cinque gare: 1/a a Semmering in gigante e 1/a nel parallelo di Oslo. Nei precedenti cinque slalom corsi, invece, l’allieva di Livio Magoni le era sempre finita dietro, ma oggi la 23enne slovacca ha dimostrato tuta la sua classe con una seconda manche da cannibale e per la statunitense non c’è stato nulla da fare. La Shiffrin termina dunque seconda a 15 centesimi e non la prende bene stando al suo volto immortalato dalle telecamere al traguardo.

Terzo posto per Anna Swenn Larsson, ma è una gioia temporanea. La svedese viene infatti squalificata per irregolarità avvenute durante la sua seconda manche. Per lei si sarebbe trattato del secondo podio in Coppa del Mondo, ma a salire sul gradino più basso è quindi l’austriaca Katharina Liensberger, primo podio in carriera, che aveva chiuso a pochi centesimi dalla Swenn Larsson.

Fuori dal podio resta l’elvetica Wendy Hoeldener, 4/a a +1.65, nonostante una grande seconda prova.

Italia non pervenuta quest’oggi. Butta via la gara purtroppo Chiara Costazza. La poliziotta di Pozza di Fassa quando sembrava avviata verso una grande seconda manche si scompone, manca la figura successiva di porte, finendo così inesorabilmente fuori. Peccato per la trentina che poteva cogliere un ottimo risultato sulle nevi austriache.

Nella prima manche non si erano qualificate le giovani Rossetti, Gulli e Azzola, mentre aveva inforcato Lara Della Mea quando stava viaggiando per una qualifica. Non ha preso il via, invece, Irene Curtoni causa una lombalgia acuta. Per l’Italia dunque una giornata nera, con nessuna portacolori al traguardo finale.

Ora il circo rosa si sposta ad ovest restando però in Austria per andare a St. Anton am Arlberg in Tirolo per il primo appuntamento con la velocità: discesa sabato 12 e superG domenica 13 gennaio. Prima ed unica prova cronometrata in programma venerdì 11, dopo che è già stata cancellata quella di giovedì causa le forti nevicate in atto in tutta l’Austria.

Foto: Rossignol

 

Ti potrebbe piacere...