Federica Brignone: “Però se non vado bene e arrivo quinta non è poi così male”.

Vittorio Savio by

Niente podio quest’oggi per Federica Brignone che comunque sulla Kreuzeck di Garmisch porta a casa comunque un 5/o posto da non disdegnare, anche se perde il pettorale rosso di superG.

Si interrompe inoltre la striscia di podi della nostra “Valanga Azzurra” e paghiamo anche con l’infortunio di Sofia Goggia, fuori per il resto della stagione, l’ultima giornata di gare a Garmisch-Partenkirchen.

Dopo il secondo posto di ieri in discesa, alle spalle di Viktoria Rebensburg, anche la tedesca out per il resto della stagione dopo l’infortunio odierno, Federica Brignone porta a casa un 5/o posto nel superG sulla insidiosa Kreuzeck.

“Oggi non sono riuscita a tirare fuori il mio massimo, non mi sono sentita bene sui miei sci – racconta Federica al traguardo – Non ho avuto abbastanza confidenza. Era molto strano il terreno, pieno di placche e io non mi sono adattata abbastanza bene. Però se non vado bene e arrivo quinta non è poi così male. Con un secondo e un quinto posto vado al prossimo week-end soddisfatta”.

Un quinto posto però che le costa il pettorale rosso di leader della specialità passato a Cortinne Suter, vincitrice oggi.

Giornata buona ancora una volta per Marta Bassino, l’unica azzurra nelle top10 oltre a Brignone quest’oggi, al rientro nelle discipline veloci dopo la pausa di Sochi.

Nel complesso della mia manche sono soddisfatta – spiega la portacolori piemontese – però non mi sono divertita perché la pista era veramente al limite e quando è così senti gli sci che ti prendono sulle lastre e sbattono e cominci a non fidarti tanto. Mi auguro che le prossime gare siano più belle”.

Foto: Fisi-Pentaphoto

Ti potrebbe piacere...