Curtoni e Peterlini, la veterana e la giovane piacevole rivelazione dello slalom di Zagabria

Vittorio Savio by

La veterana Irene Curtoni e la giovane Martina Peterlini sono le due azzurre che si piazzano nelle top15 del primo slalom del 2020 a cui si aggiunge il 24/o posto di Della Mea.

L’Italia dello slalom in rosa risolleva il capo piazzando tre nostre portacolori tra le migliori trenta di questo primo appuntamento del 2020. Segni di risveglio per le ragazze di Matteo Guadagnini dopo stagioni di magra. Quest’oggi sulla collina di Sljeme a Zagabria la veterana Irene Curtoni ha migliorato il 4 posto di una settimana fa a Lienz.

“Oggi non ero tanto in forma – spiega la Curtoni a fine gara –  però sono riuscita a mantenere una certa costanza di risultati con ampio margine di miglioramento. Sicuramente non sono questi i risultati a cui ambisco, però mantenendo la continuità so di poter puntare più in alto. Ora arriva la gara di Flachau, dove lo scorso anno mi ero arenata. Quest’anno punto ad un risultato nelle prime cinque”.

Ma la piacevole sorpresa di giornata è stato il 14/o posto do Martina Peterlini. La trentina, nata a Rovereto, ma cresciuta sciisticamente in Val di Cembra, ha piazzato una zampata nella seconda manche recuperando la bellezza di 15 posizioni cogliendo così il miglior risultato in carriera.”Sono felicissima, è davvero bello – ha dichiarato la giovane trentina – Sapevo che stavo sciando bene. Finalmente sono riuscita a fare due manche al massimo anche se partivo con un pettorale piuttosto alto. Sapevo di avere dentro un bel risultato e ora mi dà molta fiducia. Cercherò di migliorare ancora il numero di partenza e di fare sempre belle manches come quella di oggi. Siamo un gruppo molto unito e molto giovane e quindi ci spingiamo l’una con l’altra. Flachau l’ho provata una volta, so che si può osare e cercherò di farlo”.

Conferma le buone cose fatte a Lienz a fine anno anche Lara Della Mea. La friulana recupera una piazza rispetto alla prima discesa, ma non riesce ad osare come la collega Peterlini, ma ottenendo altri punti importanti in coppa del mondo.  “Un’altra gara positiva – ha ammesso la Della Mea – adesso voglio provare a dare di più nella seconda manche, dove non riesco a mantenere bene il ritmo e ad osare di più. Sarà un mese intenso perché faremo anche delle gare di Coppa Europa e il programma sarà molto fitto”.

Foto: Fisi-Pentaphoto/Gabriele Facciotti

Ti potrebbe piacere...