Cortina, appuntamento il 22 agosto con il Summer Party

Francesco Lovati by

L’appuntamento dell’estate ampezzana è anche quest’anno il Cortina Summer Party, un appuntamento che riunisce e rappre- senta al meglio le tre le anime di Cortina, la montagna, lo stile italiano e la mondanità.

Si tratta di un picnic chic sull’erba in uno scenario di incomparabile bellezza tra le cime dolomitiche che hanno fatto di Cortina un’icona del turismo italiano. Il dress code prevede tassativamente abiti tirolesi, dai lederhosen per lui al dirndl per lei, fatto che crea un’atmosfera senza tempo per un pranzo all’aria aperta dove camerieri in livrea bianca serviranno piatti gourmet realizzati dai migliori cuochi locali a cui si aggiungono chef stellati di fama internazionale. La mente va così ai party degli anni ‘60 e ‘70 organizzati da Marta Marzotto e Ascanio Palchetti che hanno segnato un’epoca e affermato Cortina come località turistica alpina pre- ferita dal jet set nazionale e internazionale.

Nei 10 anni di Cortina Summer Party, evento che lo scorso marzo è stato proposto con successo anche in versione invernale, si è passati da 250 partecipanti fino a oltre 800 facendo diventare questo evento “il” momento dell’estate dolomitica.

Il 22 agosto si partirà con il lunch, dalle 12.30, e si proseguirà poi con il dj set, dalle ore 16 in poi, che farà da preludio ai musicisti che si esibiranno sul palcoscenico unico del rifugio Socrepes.

Un giorno prima, il 21 agosto, sarà invece inaugurata con un’esperienza musicale la mostra fotografica “Oltre” (visitabile già dal 6 luglio), dedicata a Stefano Zardini, celebre fotografo ampezzano recentemente scomparso. Le sue opere saranno esposte al Lagazuoi Expo Dolomiti, una suggestiva galleria d’arte a quota 2778 metri raggiungibile con la funivia Lagazuoi.

“Alla base del progetto – spiega Stefano Illing, ideatore di Lagazuoi Expo Dolomiti – c’è il debito di gratitudine che in tanti proviamo nei confronti di Stefano, amico, artista, personalità stimolante e generosa. Ricordo quando tornava dai suoi viaggi carico di idee ed entusiasmo, desideroso di esprimersi in modo diverso, allargare lo sguardo e portare la sperimentazione un po’ più lontano. Aveva uno sguardo unico e differente sul mondo e un tocco riconoscibile e inimitabile”.

Ti potrebbe piacere...