Congresso Fis: Alta Badia conferma le sue due gare di coppa con novità

Vittorio Savio by

L’Alta Badia conferma le sue gare di coppa del mondo di sci alpino il 22 e 23 dicembre con l’aggiunta lunedì delle qualifiche per il parallelo maschile.

In questi giorni si è tenuta a Cavtat-Dubrovnik in Croazia la “FIS Calendar Conference”. Tra gli oltre 900 partecipanti era presente anche una delegazione dell’organizzazione della Coppa del Mondo Alta Badia: il presidente Andy Varallo, Silvio Belardi, Sergio Tiezza e Stefan Thaler, presidente dello Ski Team Alta Badia.

In occasione della conferenza FIS sono stati analizzati e discussi i vari programmi inerenti alla prossima edizione delle due gare di coppa del mondo in programma il 22 ed il 23 dicembre sulla storica pista Gran Risa a La Villa. Domenica 22 dicembre si terrà il tradizionale slalom gigante maschile mentre lunedì 23 dicembre, avrà luogo la 5° edizione dello slalom parallelo in notturna (PGS). Punto focale di questo incontro in Croazia era sicuramente la definizione della nuova formula di qualifica e di gara per la disciplina dello slalom parallelo, dovendo questa trovare un format standardizzato per uomini e donne, per i campionati mondiali e le Olimpiadi e per vedere assegnata da quest’anno una sua specifica coppa di specialità.

Per l’Alta Badia l’aggiunta delle qualifiche sul tracciato di gara, simile al mondo dei motori, significa proporre un’ulteriore periodo di diretta televisiva in 51 paesi a livello internazionale. Si tratta di un progetto ambizioso volto a dare ancora maggiore risalto a questa nuova disciplina, che tanto appassiona gli spettatori che vedono gareggiare con formula round, su un tracciato rosso ed uno blu, due atleti in contemporanea. Il programma di gara del lunedì verrebbe in questo modo arricchito con un ulteriore evento, conferendo maggiore suspense alla gara, poiché solo 32 atleti degli aventi diritto alle qualifiche potranno partire al cancelletto di partenza dello slalom parallelo, in programma il lunedì sera.

Oltre agli incontri relativi alle gare di Coppa del mondo, Stefan Thaler presidente dello Ski Team Alta Badia e promotore dell’ambizioso progetto DC4SKI (Dual Careers for Alpine Ski Racers), ha incontrato in questi giorni varie delegazioni nazionali per definire progetti di scambio scolastico tra gli atleti locali ed esteri. Il progetto DC4SKI, nato nello scorso anno grazie alla collaborazione tra lo Ski Team Alta Badia e lo Sci Club Kranjska Gora, l’Università di Bolzano, il Dipartimento di Scienze Sportive dell’Università di Genova, l’European Institute for Local Development (EILD) e la Camera di Commercio Italo-Francese di Lione, ha lo scopo di sostenere l’attività agonistica nel campo dello sci alpino cercando di evitare l’abbandono dalle competizioni sciistiche da parte di giovani atleti. Si tratta del primo progetto nel campo dello sci alpino, che ha ricevuto un finanziamento biennale dalla commissione Europea ERASMUS+Sport.

Foto:  Alta Badia/Skiworldcup

Ti potrebbe piacere...