Christof Innerhofer partito per una Copper Mountain innevata, Lake Louise con poca neve

Vittorio Savio by

Giorni di partenze per gli azzurri e le azzurre della velocità in vista delle gare in Nord America di fine mese e della prima settimana di dicembre.

Le condizioni neve sono intanto ottime per quanto riguarda il Colorado e più precisamente Copper Mountain dove si alleneranno quasi tutte le squadre nazionali ad iniziare da quella italiana. Più complicata la situazione in Alberta a Lake Louise (Canada) dove l’innevamento non è ancora ottimale, come ci ha confermato a Modena lo stesso Dominik Paris e Nicole Delago. C’è presente un leggero manto nevoso, ma troppo poco per poter allestire un tracciato di gara a norma. In queste ore il meteo volge al brutto e questo dovrebbe portare altra neve.

Restano comunque ancora alcune settimane perchè la situazione possa cambiare sulle nevi del Canada dove a fine mese (30 novembre e 1 dicembre) sono attesi gli uomini con le prime gare della velocità (una discesa e un superG) e quindi la settimana successiva (6-7-8 dicembre) le donne con due discese e un superG.

Intanto la prima avanguardia è costituita da Christof Innerhofer che ieri mattina è volato da Monaco di Baviera, via Francoforte, per raggiungere Denver in Colorado, come ha annunciato lo stesso sciatore con un post sui social.

Dopo 1.100 ore di riabilitazione, dopo l’infortunio e l’operazione ad un ginocchio di marzo scorso, il velocista di Gais torna dunque ad allenarsi con i colleghi di squadra che lo raggiungeranno sulle nevi americane nelle prossime ore. Una fase di allenamento sulla neve che prevede il ritorno all’uso di sci lunghi da velocità e che si spera possa così dargli delle buone sensazioni.

Resta però un punto interrogativo molto grande, come avevamo già scritto in una precedente news, su un suo possibile ritorno alle gare proprio in occasione di Lake Louise. Il finanziere altoatesino ci proverà comunque, ma sembra più possibile la sua discesa in gara in occasione, invece, della tappa di Beaver Creek, per avere così più tempo per trovare il giusto feeling con neve e materiali. Le uscite sulle nevi del Colorado e le risposte che ne riceverà, potranno sicuramente dirci qualcosa di più in questo senso.

Foto: Innerhofer-Facebook

Ti potrebbe piacere...