Chamonix: l’elvetico Loic Meillard vince il gigante parallelo e la coppa di specialità, 8/o Maurberger

Vittorio Savio by

L’elvetico Loic Meillard ha vinto il parallelo di coppa del mondo sulle nevi di Chamonix portandosi a casa anche la coppa di specialità. Ottavo Simon Maurberger.

Vittoria svizzera nel secondo ed ultimo gigante parallelo della stagione che assegnava anche la coppa di specialtà, la prima della storia, andata a Loic Meillard abile a vincere oggi e a chiudere 9/o nel precedente parallelo di Alta Badia. L’elvetico in finale ha avuto la meglio su connazionale Thomas Tummler. Terzo posto per finito il tedesco Alexander Schmid che ha avuto la meglio nella finale per il 3/o e 4/o posto sullo statunitense Tommy Ford. Quinto chiude lo sloveno Zan Kranjec, sesto il francese Favrot e settimo il norvegese Kilde.

Nei quarti eliminazione con caduta per Simon Maurberger finito nelle reti laterali nella sfida che lo vedeva opposto all’elvetico Tummler, dopo aver eliminato nei sedicesimi il tedesco Luitz, secondo in Alta Badia, e negli ottavi il croato Zubcic. L’altoatesino a causa della botta non ha potuto correre la sua finalina per il 7/o-8/o posto contro Favrot, chiudendo così ottavo. L’altoatesino si trova ora in ospedale per accertamenti medici.

Fuori purtroppo Giovanni Borsotti negli ottavi a causa di una uscita per mano dello statunitense Tommy Ford, dopo aver fatto il miglior tempo nelle qualifiche e poi superato ai sedicesimi l’elvetico Nef. Stessa sorte toccata poi a Luca De Aliprandini, secondo tempo nelle qualifiche eliminato negli ottavi dal norvegese Kilde. Nei sedicesimi il trentino si era sbarazzato facilmente del norvegese Haugan. Negli ottavi fuori anche Alexis Pinturault ed Henrik Kristoffersen in lotta per la coppa generale.

Fuori ai sedicesimi tutto podio di Alta Badia, il vincitore Windigstad e l’austriaco Leitinger, che così hanno dato subito addio alle possibilità di aggiudicarsi la coppa di specialità.

Nelle qualifiche mattutine eliminati Riccardo Tonetti e Tommaso Sala e assente per influenza Alex Vinatzer, mentre tra i big fuori anche Daniel Yule, week end da dimenticare per l’elvetico con due uscite su due gare qui sulle nevi francesi, e soprattutto Clement Noel, vincitore ieri in slalom.

Il circo bianco si sposta ora a Saalbach per la tappa infrasettimanale, recupero di quella cancellata in Cina per l’epidemia del Coronavirus. Gara i velocisti con discesa e superG, mercoledì e giovedì prossimi e unica prova martedì. Una tappa anticipata per consentire poi ai polivalenti il lungo trasferimento per la successiva tappa in Giappone a Naeba di gigante e slalom.

Foto: Fisi-Pentaphoto

Ti potrebbe piacere...