Cervinia, sci di primavera, spettacolare e low cost

Redazione On Line by

Non si smette mai di sciare a Cervinia, tanto meno quest’anno con tutta la neve che è caduta durante l’inverno e che imbiancherà ancora a lungo le piste e le montagne.

In primavera lo sci è piacere puro, le giornate sono lunghe e il sole abbronza più che mai; una stagione da non perdere, anche perché si trovano ottime offerte per l’alloggio e skipass scontati.

A fronte di un prezzo pieno di 41 euro per un giornaliero infatti, scegliendo i giorni giusti si possono trovare skipass a partire da 21 euro! Difficile trovare di meglio per un comprensorio con 19 impianti e più di 70 km di piste che si spingono sopra i 3000 metri di quota. Clicca qui per scegliere il giorno con il prezzo più conveniente.

Acquistando il supplemento per Zermatt poi, ci si può spingere in territorio svizzero lungo piste interminabili fino a sfiorare i 4000 metri sul Piccolo Cervino. Gli impianti resteranno aperti tutti i giorni fino al 6 maggio 2018, quindi apertura nei weekend 12/13, 19/20 e 26/27 maggio. Dopo di che sarà la volta dello sci estivo sul ghiacciaio.

La primavera è anche la stagione ideale per l’eliski, il freeride e lo scialpinismo. Già utilizzando gli impianti si possono affrontare entusiasmanti discese fuoripista, su immense praterie di neve primaverile compatta e facilmente sciabile.

Se poi si è disposti a risalire con le pelli, le opportunità si ampliano ancora di più, con un impegno fisico che ognuno potrà dosare, scegliendo la meta più adatta. Fino al mese di giugno si può salire ad esempio sul Breithorn, un 4000 di grande soddisfazione, o al Colle del Furggen proprio ad un passo dalla stupenda sagoma del Cervino.

Ovviamente quando ci si allontana dalle piste battute e controllate occorre farsi accompagnare da una Guida Alpina – www.guidedelcervino.com – che potrà garantire la massima sicurezza possibile e scegliere l’itinerario migliore sulla base delle condizioni della montagna e delle nostre capacità.

La Guida è un professionista in grado non solo di accompagnarci ma anche di farci conoscere meglio il territorio, con le sue caratteristiche, la sua storia e le straordinarie avventure di chi non si è accontentato di ammirare le montagne dal basso. Difficile che non venga voglia di tornarci d’estate, per salire su qualche vetta…

(Vincenzo Maritati, foto Marco Spataro)

Ti potrebbe piacere...