Bormio: presentata la doppia tappa maschile di coppa del mondo di fine dicembre

Vittorio Savio by

Presentazione ufficiale oggi delle gare di Bormio dell’Audi FIS Ski World Cup 2018/19. Presente per la speciale occasione anche Dominik Paris e il presidente della Fisi Falvio Roda.

Giornata di festa quest’oggi a Bormio, dove è stato presentato alla stampa il doppio appuntamento di Coppa del mondo sulla pista Stelvio del 28 e 29 dicembre 2018, quando si disputeranno una discesa libera e una superG maschile che quest’anno verranno trasmesse in diretta su RaiDue.

All’incontro era presente come ospite il velocista azzurro Dominik Paris, vincitore della discesa della scorsa edizione, premiato dagli organizzatori nel corso di una cerimonia celebrativa intitolata “The fastest on the Stelvio”. In onore del campione della Val d’Ultimo è stata inaugurata a suo nome una cabina della funivia che porta sulle piste, come già avviene da diversi anni anche a Kitzbuehel per i vincitori sulla mitica Streif in discesa e superG e sulla Ganslern in slalom.

La pista Stelvio: il tracciato di Coppa del Mondo La partenza è a quota 2.255 m, sopra La Rocca. Il percorso si sviluppa su quasi 3.230 metri di lunghezza, con un dislivello di 986 metri. L’avvio è subito in picchiata – fondamentale saper acquisire velocità per non perdere centesimi – mentre le prime curve sono subito impegnative e portano al salto La Rocca, dove comincia il bosco di pini, cembri e abeti. Da questo punto ci si immette nel canalino Sertorelli, una diagonale di 300 metri dove l’accelerazione è notevole. Segue una stradina di 200 metri, la Fontana lunga, e gli insidiosi curvoni degli Ermellini fino alla diagonale più impegnativa e spettacolare di tutto il tracciato, la Carcentina, che si è rivelata decisiva in molte edizioni della Coppa del Mondo. Al termine della diagonale si raggiungono i prati del Ciuk (1.638 m), un pianoro di circa 100 metri. Da qui si arriva sul muro di San Pietro con un lungo salto toccando i massimi livelli di velocità; qui si registra la maggior pendenza di tutto il tracciato: il 60 %. La Piana di San Pietro porta sul muro finale che inizia con una grande pendenza che non si addolcisce per almeno 200 metri. Qui si viaggia a più di 100 km/h sino all’ultimo spettacolare salto prima del traguardo in Bormio paese (1.245 m). Due minuti circa di pura adrenalina.

E a fine agosto… si scia sull’erba! Dopo il successo dello scorso anno, Santa Caterina Valfurva organizza per la terza volta due prove di Coppa del Mondo di Sci d’Erba. Appuntamento il 31 agosto e il 1° settembre con due gare spettacolari di slalom sprint maschile e femminile. Le gare si svolgeranno sulla pista “Cevedale” in località La Fonte e in ogni gara si sfideranno i migliori atleti, maschili e femminili, in quattro manches di Slalom sprint. Alle competizioni si può assistere presso lo Ski Stadium della pista “Cevedale” in centro paese.

 

Ti potrebbe piacere...

RIVISTA SCI news

Da dove prende il nome l’Abetone?

L’Abetone è la maggiore stazione sciistica della Toscana, una delle migliori e più vaste di tutto l’Appennino.

Ma da dove deriva il nome? La stazione sciistica in provincia di Pistoia dove è nato Zeno Colò…

RIVISTA SCI news

I 3 migliori cocktail di montagna

Anche in montagna, lontano dai celebri cocktail bar delle grandi città, si possono bere miscelati di prim’ordine.

Bere bene in un locale tranquillo, immersi in un’atmosfera calda ed esclusiva è una soddisfazione che in montagna,…

RIVISTA SCI news

Gli sci artigianali made in Italy

Quando la passione fa il paio con l’alta tecnologia. La qualità dell’artigianato italiano si fa valere anche nel settore della produzione degli sci più di quanto ci si possa immaginare.

Sul mercato, non ci sono…