Livigno, Carosello 3000 rush finale per la cabinovia San Rocco

Francesco Lovati by

E’ lotta contro il tempo a Livigno per completare entro i primi giorni di dicembre la nuova cabinovia San Rocco – Baite di Pel – Lago Salin nel comprensorio Carosello 3000.

Il nuovo impianto, che sostituisce l’iconica cabinovia Agudio degli anni ’80 con gli ovetti gialli, sarà realizzato da Dopplemayr e sarà pronto per l’inizio della nuova stagione.

Posizionati tutti i 29 piloni e praticamente ultimata la parte meccanica delle stazioni, si lavora ora alle opere in muratura e alle parti elettriche. Poi bisognerà issare la fune, mettere in linea le cabine da 10 posti e l’impianto potrà essere sottoposto ai collaudi ministeriali.

“Nel mese di settembre abbiamo fatto dei grandi passi avanti e tutti i nostri team di lavoro hanno dato il massimo per rispettare i crono-programmi che ci siamo prefissati –  ha commentato Stefano Cusini, Direttore Generale di Carosello 3000 Ora c’è la percezione che molte cose si stiano completando, ma le tempistiche si fanno sempre più stringenti. Non possiamo ancora dare la certezza che il nuovo impianto sia completato per il l’inizio dell’inverno perché molto dipenderà dalle condizioni meteo dei prossimi due mesi. Tra di noi c’è comunque grande ottimismo”.

La nuova cabinovia di San Rocco a Carosello 3000 segnerà un netto miglioramento nelle infrastrutture di Livigno e ottimizzerà la fruibilità della ski area.

In ogni caso traspare ottimismo, nella speranza che il meteo nelle prossime settimane sia clemente.  “Abbiamo realizzato impianti più lunghi e anche in posizioni più impervie – commenta Simone Tomelleri, responsabile del progetto Doppelmayr A Carosello 3000 la sfida è un’altra, ma altrettanto entusiasmante: la tempistica con la quale questa cabinovia deve essere realizzata. L’estate di Livigno è molto breve. La neve può arrivare in qualsiasi momento e anche in grande quantità. D’ora in avanti sarà una vera lotta contro il tempo”.

 

Ti potrebbe piacere...