Collegamento Soelden e Pitztal, progetto per un maxi comprensorio d’alta quota

Redazione On Line by

Soelden e Pitzal collegati sci ai piedi. Il progetto da 120 milioni di euro, che prevede un tunnel, tre nuove cabinovie (tra cui un 3S) in quota e 64 nuovi ettari di terreno sciabile su ghiacciaio è stato presentato alle autorità e si aspetta ora la valutazione di impatto ambientale.

Il maxi investimento porterebbe a nuove piste e a nuove possibilità di valorizzazione economica di entrambi i comprensori del Tirolo, noti per la qualità dell’offerta turistica ma anche per lo sci fuori stagione.

Proprio a Soelden infatti, sul ghiacciaio Rettenbach, si svolge ogni ottobre la gara di apertura della Coppa del mondo di sci, il Pitztal ospita spesso gli allenamenti autunnali di varie squadre nazionali  e il suo ghiacciaio è il più alto del Tirolo.

In queste due località si scia in media 235 giorni all’anno e questo nuovo progetto, oltre a collegare le due località, darebbe ulteriore spinta a quello che già è uno dei punti di forza delle skiarea, ovvero lo sci in quota con neve garantita.

“Con questo collegamento potremo ampliare la nostra offerta, con grandi opportunità e sinergie che porteranno vantaggi per i turisti e l’apprezzamento economico di entrambe le valli”, hanno spiegato Hans Rubatscher, CEO di Pitztaler Gletscherbahn, e Jakob Falkner, amministratore delegato di Bergbahnen Sölden.

Per realizzare questo progetto sono previsti quattro anni di lavori (i cantieri saranno a quote elevate e si potrà lavorare solo pochi mesi ogni anno), il 90% degli investimenti sarà a carico di Pitzal, il restante 10% di Soelden.

Ti potrebbe piacere...