Augusta City è solo Augusta Masters #TheMasters

Massimo De Luca by

Augusta, 08 aprile 2019

Il Masters non è solo un torneo. Come gli altri Major è un momento speciale per il Golf mondiale. Più degli altri Major ha la prerogativa di essere l’unica sede fissa e, perciò, di poter raccontare anno dopo anno la sua storia con continui rimandi al passato prossimo e remoto. Diventa così un luogo dell’anima per gli appassionati di golf che, tutti, non esiterebbero a sceglierlo se potessero indicare un torneo da seguire sul campo. Augusta, città di 190mila abitanti a due ore da Atlanta, diventa il centro del mondo sportivo per cinque giorni in aprile e scompare dai radar per le altre 51 settimane dell’anno. A meno che non si voglia assistere a qualche show nella “James Brown Arena” o seguire una partita di baseball minore al Lake Olmstead Stadium, casa di una squadra che, guarda un po’, si chiama “Green Jackets”. Improbabile, però. Perché Augusta è il Masters, tanto quanto il Masters è l’Augusta National. L’identificazione è totale.

 

Ti potrebbe piacere...

GOLF TODAY

Sprint di fine stagione – Recording Area

Cari amici, questa fase conclusiva

della mia stagione, che è cominciata con Wentworth e fa tappa naturalmente a Roma per l’Open d’Italia, sarà per me particolarmente intensa.

Sarò in campo sei settimane su dieci. Non essendomi…

GOLF TODAY

76° Open d’Italia: Intervista a Shane Lowry

“Sono entusiasta di essere qui” dice l’irlandese Shane Lowry, vincitore dell’Open Championship, il major che nel 2018 aveva visto trionfare Francesco Molinari.

“L’Open d’Italia è evento sempre più importante nel calendario dell’European Tour e quindi…