Nel 2021, il The Open festeggerà a casa i suoi 150 anni

Gaia De Simoni by

Nel 2021 il The Open Championship compirà 150anni e per festeggiarli, non avrebbe potuto scegliere location migliore.

Il Major più antico del golf tornerà a casa, sull’Old Course di St. Andrews per la 30esima volta nella sua storia.

La notizia è stata annunciata proprio oggi dalla R&A, che ha anche svelato Royal St. George come venue del The Open nel 2020.

L’ultima volta che St. Andrews ha ospitato il Major era il 2015, quando a vincere fu Zach Johnson.

Per la prima volta, la R&A ha quindi deciso di rompere con le tradizioni.

St. Andrews era infatti solito ospitare il Major inglese ogni cinque anni, ma ora dovrà farne trascorrere uno in più.

Il motivo è però giustificato: nessuna location sarebbe più perfetta per un compleanno così importante.

“St. Andrews ha prodotto un grande numero di giocatori eccezionali da quando l’Open fu disputato per la prima volta sull’Old Course nel 1873,” ha affermato Martin Slumbers, Chief Executive della R&A.

“Ancora una volta non vediamo l’ora di vedere i più grandi campioni sfidarsi per conquistare la Claret Jug su uno dei links più famoso al mondo.”

Ti potrebbe piacere...

GOLF TODAY news

In Toscana con amore

Tom Weiskopf, sedici volte vincitore sul Tour (compreso l’Open Championship 1973) si è innamorato dell’Italia da quando ha firmato lo splendido campo di Castiglion del Bosco, gioiello della sua corona di progettista, insieme con…