US Open con venti a 50 km/h: la USGA rallenta i green e cambia le pin position

Gaia De Simoni by

Il vento è un elemento costante sul percorso di Shinnecock Hills. Sempre presente, certe volte a favore del gioco ma più frequentemente contro, modificando le caratteristiche del percorso e costringendo i giocatori a una sfida quasi impossibile.

Oggi però, sembra che sia più arrabbiato del solito. Il vento è sceso in campo fin dal giro di apertura di questo US Open 2018 e sfortunatamente soffierà su Long Island con velocità da record per tutta la giornata di oggi. Nella mattinata i primi team hanno subito raffiche fino ai 24 km/h ma con il passare delle ore le previsioni meteorologiche hanno annunciato che si raggiungeranno i 50 km/h.

Condizioni terribili e brutali, che hanno costretto la USGA a cambiare la preparazione del primo giro di Shinnecock Hills.

“Abbiamo rallentato i green volontariamente, visto i venti che ci saranno oggi,” ha affermato Mike Davis, CEO della USGA. “Abbiamo anche cambiato alcune delle pin position, per assicurarci che fossero in posizioni giocabili con questo tipo di condizione. Vorrei anche precisare, che se i venti raggiungessero la velocità prevista, non importa quanto i green siano lenti e quanto piatte siano le superfici. Vedremo le palline sollevarsi ed è normale quando sono presenti venti da 50 km/h. Avremo delle raffiche. ”

Le avvisaglie di un vento così forte erano già state date questa mattina, quando gli spettatori facevano fatica a tenere il cappello in testa e quando le carte dei sandwich volavano per il percorso. In termini di gioco, invece, sta aumentando sempre di più alla buca 10, tee di partenza del torneo per molti giocatori. Giocando sottovento, molti professionisti hanno superato il green trovandosi in posizioni ancor più difficili del previsto.

“La buca 10 ha già dimostrato di essere molto complicata,” ha twittato Luke Donald. “Probabilmente bastano appena un ferro 3 e un Sand Wedge oggi, perché giocare sottovento rende ancor più difficile prendere il green.”

Fortunatamente, le previsioni miglioreranno per il resto dei giri di gara, con venti medi solo domenica dalla buca 13 alla buca 18.

Ti potrebbe piacere...

GOLF TODAY news

Pete Dye, l’autunno del Patriarca

L’età sta rubando la memoria al grande designer, ma sua moglie e i tanti album dei suoi progetti consentono ancora di conoscere da vicino questa icona del golf mondiale.

di Ron Whitten

«Ti prego, non dare…

GOLF TODAY news

Un giocatore da Top 100

Prendete un golfista in pensione, la sua carriera trentennale in giro per il mondo, una folle scommessa legata al golf e una moglie capace di arrivare ovunque pur di aiutarlo a vincerla.

Ne verrà fuori…

GOLF TODAY news

Da caddie a campioni

Roma, anni Venti: i ragazzi del “Quarto Miglio”, portasacca al vicino Acquasanta, giochicchiano sui prati con barattoli come buche e fazzoletti come bandiere. Un gioco di stenti, come la vita di allora.

Ma da quella…