Con il Sony Open le Hawaii ancora protagoniste del PGA Tour

Redazione On Line by

Dal 10 al 13 gennaio alle Hawaii il PGA Tour gioca il Sony Open sul percorso del Waialae Country Club.

Il Sony Open è il primo evento “full-field” sul PGA TOUR in otto settimane.

In campo a difendere il titolo conquistato lo scorso anno al play-off Patton Kizzire.

Favorito numero uno per i bookmaker americani Justin Thomas che dovrà guardarsi dai sicuri attacchi da parte di DeChambeau che punta a una quarta vittoria nell’arco arco di cinque mesi.

In lizza anche Hideki Matsuyama per diventare il quarto asiatico a vincere a Waialae dopo K.J. Choi nel 2008, Fiji Singh nel 2005 e Isao Aoki nel 1983.

Tra gli esordienti Sungjae Im, leader della money list del Web.com Tour lo scorso anno, e Cameron Champ, campione di Sanderson Farms, sono tra gli otto giocatori che faranno il loro settimo avvio nel TOUR del 2018-19.

In campo anche Peter Jung, 16 anni, alla sua prima possibilità di mettersi alla prova dopo aver vinto una gara di qualificazione.

Anche questo torneo sarà visibile sulla nuova piattaforma GOLFTV con il commento di Alessandro Bellicini e Nicola Pomponi.

Come per il Sentry Tournament of Champions l’orario della diretta sarà proibitivo visto le 11 ore di fuso orario di differenza.

La nuova applicazione di GOLFTV mette a disposizione esattamente immediatamente finita la giornata di gara l’On Demand per tutti coloro che non hanno potuto seguire la diretta.

Ti potrebbe piacere...

GOLF TODAY news

Pete Dye, l’autunno del Patriarca

L’età sta rubando la memoria al grande designer, ma sua moglie e i tanti album dei suoi progetti consentono ancora di conoscere da vicino questa icona del golf mondiale.

di Ron Whitten

«Ti prego, non dare…

GOLF TODAY news

Un giocatore da Top 100

Prendete un golfista in pensione, la sua carriera trentennale in giro per il mondo, una folle scommessa legata al golf e una moglie capace di arrivare ovunque pur di aiutarlo a vincerla.

Ne verrà fuori…

GOLF TODAY news

Da caddie a campioni

Roma, anni Venti: i ragazzi del “Quarto Miglio”, portasacca al vicino Acquasanta, giochicchiano sui prati con barattoli come buche e fazzoletti come bandiere. Un gioco di stenti, come la vita di allora.

Ma da quella…