Dunhill Links: risalgono Pavan (11°) e Paratore (21°), conduce Matthew Jordan

Redazione On Line by

In risalita, ma ancora lontani dalla vetta, McIlroy, Willett, Lowry e Rahm

 

Andrea Pavan si è portato dal 28° all’11° posto con 133 (68 65, -11) colpi e Renato Paratore, dal 53° al 21° con 135 (69 66, -9), nell’Alfred Dunhill Links Championship (European Tour), che si sta disputando in Scozia, sui tre percorsi dell’Old Course di St. Andrews, di Carnoustie e di Kingsbarns, tutti par 72, e dove c’è un nuovo leader, il 23enne inglese Matthew Jordan (130 – 66 64, -14).

Nel torneo che si disputa con formula pro am (un pro e un dilettante), con taglio dopo 54 buche che lascerà in corsa i primi 60 concorrenti e le prime 20 squadre in graduatoria, hanno perso terreno Nino Bertasio, 79° con 139 (66 73, -5), e Guido Migliozzi, 94° con 140 (69 71, -4), ed è rimasto stabile Edoardo Molinari, 121° con 142 (72 70, -2).

In seconda posizione con 131 (-13) lo scozzese Calum Hill, lo svedese Joakim Lagergren e l’inglese Matthew Southgate e si è portato in quinta con 132 (-12) l’altro inglese Justin Rose, numero quattro mondiale, autore di un 64 (-8). Lo statunitense Tony Finau affianca Pavan, ed è ancora in grado di difendere il titolo il danese Lucas Bjerregaard che come Tommy Fleetwood ha lo stesso score di Paratore. Da 78° a 33° con 136 (-8) il nordirlandese Rory McIlroy, numero due del World Ranking, da 121° a 60° con 138 (-6) l’inglese Danny Willett e in recupero anche l’irlandese Shane Lowry e lo spagnolo Jon Rahm, che sono alla pari con Bertasio.

Matthew Jordan, che ha vinto il recente Italian Challenge Open (Challenge Tour), al momento suo unico titolo, ha praticamente fatto tutto in sei buche sull’Old Course infilando in sequenza dalla terza un eagle e cinque birdie, poi ha siglato il 64 (-8) con il sesto birdie. Pavan non ha commesso sbavature sul Kingsbarns con sette birdie senza bogey per il 65 (-7) e Paratore ha realizzato un 66 (-6) con otto birdie e due bogey sull’Old Course. Hanno giocato a Carnoustie Bertasio (73, +1, tre birdie, quattro bogey), Migliozzi (71, -1, quattro birdie, un bogey, un doppio bogey) e Molinari (70, -2, cinque birdie, tre bogey)

Nella classifica a squadre sono al vertice con 123 (-21) Berry Henson/Liam Botham e Scott Jamieson/Cian Foley. Il montepremi di cinque milioni di dollari (circa 4.545.000 euro).

 

Il torneo su GOLFTV

L’Alfred Dunhill Links Championship viene teletrasmesso in diretta e in esclusiva su GOLFTV, piattaforma streaming di Discovery (info www.golf.tv/it). Terza giornata: sabato 28 settembre, dalle ore 14 alle ore 18.

 

Ti potrebbe piacere...

GOLF TODAY

Vilamoura: la cittadina nata per il golf

La cittadina portoghese di Vilamoura è sorta tra gli anni Settanta e Ottanta con l’obiettivo di diventare un centro turistico-golfistico di lusso: oggi i suoi cinque grandi campi totalizzano oltre 200mila round a stagione

 

Clima,…