Discovery Inc. ha comprato Golf Digest

Redazione On Line by

Un player sempre più agguerrito nel campo della comunicazione trasversale: a inizio mese il Gruppo americano Discovery Inc. ha diffuso i dati del primo trimestre 2019, che registrano ricavi per 2,71 miliardi di dollari (2,41 miliardi di euro) e un utile netto pari a 384 milioni di dollari (341,8 milioni di euro). Cifre che premiano la strategia del Gruppo – come ha spiegato il Ceo David Zaslav – che sta sviluppando, a livello globale, un’offerta in streaming sempre più “direct-to-consumer”: non solo i canali tradizionali, supportati dalla pubblicità, ma nuove piattaforme di contenuti premium per gli appassionati dei vari generi, a cui accedere su abbonamento a pagamento. L’esempio più recente è dato dall’accordo tra Discovery e il PGA Tour, che ha portato alla nascita di Golf TV. Queste nuove piattaforme pur essendo monotematiche sono pensate per poter utilizzare più supporti divulgativi: non solo TV (via cavo, satellite o web), ma anche internet e carta. E ancora una volta, il golf è all’avanguardia, per via dell’enorme bacino mondiale di utenza. Neanche il tempo di analizzare le cifre di David Zaslav, che dall’headquarter di Silver Spring (Maryland, USA) arriva un’altra notiziona: il Gruppo ha acquisito Golf Digest da Conde Nast. La più autorevole e diffusa rivista di golf al mondo – di cui Golf Today è partner italiano in esclusiva – entra così a far parte di un ecosistema completo, in grado ora di offrire agli appassionati contenuti live, on demand ed editoriali su piattaforme tv, digital, social network e stampa. «Golf Digest è un brand di livello globale e il punto di riferimento per milioni di appassionati di golf, giocatori professionisti e operatori di settore», ha affermato il Ceo David Zaslav, nel presentare l’operazione. «La sua acquisizione è stata una scelta strategica e naturale per Discovery, che vuole diventare la piattaforma leader del golf nel mondo attraverso il suo investimento con il PGA Tour, il tour europeo e la partnership con Tiger Woods. Volevamo rafforzare l’offerta internazionale di GolfTV con un brand di giornalismo pluripremiato come Golf Digest, con la sua vasta gamma di prodotti e i suoi contenuti esclusivi». «Golf Digest possiede uno straordinario team di redattori, giornalisti, produttori, fotografi e collaboratori, tutti impegnati ad aiutare i golfisti a migliorarsi nel gioco che più amiamo», gli ha fatto eco Jerry Tarde, Editor-in-Chief di Golf Digest e, da oggi, Global Head of Strategy and Content di Discovery Golf. «L’obiettivo di Discovery di creare un contenitore unico di golf in cui ogni appassionato possa trovare ciò che desidera è perfettamente in linea con ciò che Golf Digest fa ogni giorno. Guardando al futuro, il progetto globale di Discovery e la sua capacità di lanciare contenuti su tutte le piattaforme, in tutte le lingue, gioveranno al golf e ai golfisti di tutto il mondo».

 

Ti potrebbe piacere...

GOLF TODAY news

La storia di Andrea Pavan

Andrea Pavan è nato a Roma il 27 aprile 1989. Ha iniziato a giocare all’età di sei anni sotto la spinta del papà Tiziano e della madre Barbara, ed è cresciuto golfisticamente al GC…