Il successo del World Corporate Golf Challenge, ecco perché…

Redazione On Line by

Il World Corporate Golf Challenge è il più importante torneo di golf amatoriale al mondo riservato a rappresentative aziendali.

Nato nel 1993 nel Regno Unito come competizione nazionale, dal 1997 è una manifestazione di portata internazionale.

Dal 2017 Bel Vivere Srl, editore de Il Mondo del Golf Today, è l’Italian Licensee della manifestazione, ed ha affidato a Cristiano Carraroli, che qui incontriamo, l’organizzazione di questo importante circuito.


GT: Il primo anno del grande ritorno del World Corporate è stato un successo, quali sono stati gli ingredienti magici?

CC: E’ un marchio di qualità in grado di catalizzare l’interesse di giocatori e aziende. Il circuito italiano richiedeva un aggiornamento. Abbiamo deciso di introdurre alcune innovazioni alla formula, che l’hanno resa più versatile e avvincente.

La principale è la possibilità di partecipare sia con squadre da due sia da quattro giocatori.

Molto importante è stata la presenza di un National Sponsor di grande livello come Dorelan, che ha seguito con grande attenzione lo sviluppo della manifestazione.

Il Dorelan Soft Shot, il gioco di approcci organizzato a conclusione di ogni giornata di gara, si è rivelato un format molto apprezzato dagli oltre 400 giocatori che hanno preso parte al torneo.

Ultimo ingrediente sarà la finale nazionale. A marzo 2019 ad Acaya saranno in campo 128 i giocatori, appartenenti a poco più di 30 squadre, a giocarsi la vittoria finale e l’accesso al mondiale.

GT: È il circuito delle aziende, che giocano, si divertono e….

CC: …e sfruttano il golf per consolidare e/o sviluppare relazioni di business. La parte ludico/sportiva è per alcuni solo un piacevole accessorio.

Su oltre 60 aziende che hanno preso parte nel 2018, moltissime hanno utilizzato le giornate di gara a loro disposizione per coinvolgere clienti o business partner.

L’invito a una giornata del World Corporate Golf Challenge è stato un omaggio particolarmente apprezzato dagli stakeholders aziendali.

Lo sviluppo della manifestazione negli anni a venire sarà sempre più orientato a costruire un ambiente in grado di mettere le aziende a proprio agio per sfruttare al massimo le potenzialità della piattaforma.

GT: Il calendario ha toccato tutto il territorio italiano e poi l’estero con la finale. Anche quest’anno sarà così?

CC: Lo sviluppo geografico del torneo è allineato alla presenza di giocatori sul territorio. Inevitabilmente le regioni del nord sono quelle che prevedono un numero maggiore di giornate di gara.

Nel futuro terremo in grande considerazione le aziende delle regioni dell’Italia centrale, man mano che queste, aderiranno alla manifestazione.

La finale mondiale, da 5 anni a Cascais in Portogallo, è un obiettivo ambizioso riservato solo all’azienda vincitrice del torneo italiano.

Per questo motivo abbiamo puntato su una finale italiana di grande spessore, che ogni anno accoglierà più di 120 giocatori.

GT: Alcuni sponsor di rilievo vi seguono, perchè consigli questo format per avere visibilità?

CC: Tre i motivi principali: il primo è il target business, il secondo la presenza del marchio in tutte le tappe e il terzo la cura dei dettagli.

Lo sponsor del World Corporate Golf Challenge sa di poter raggiungere un pubblico selezionato, e sa di poterlo seguire dalla prima all’ultima tappa.

Inoltre la partecipazione di ogni sponsor è studiata nei minimi dettagli.

GT: Come ci si iscrive per il 2019 e svelaci qualche segreto della nuova stagione

CC: Le iscrizioni per il prossimo anno sono già aperte dal 1 novembre sul sito www.golftoday.it.

Un’anteprima del calendario 2019 è disponibile fin dallo scorso mese di settembre per dare alle aziende la possibilità di organizzare al meglio la propria partecipazione e scegliere per tempo i campi di gioco sui quali coinvolgere i propri ospiti.

Abbiamo inserito un bonus invitational day riservato alle aziende più veloci nell’iscrizione mentre per quanto riguarda la parte sportiva, la formula del torneo ricalcherà integralmente l’edizione 2018.

Un’altra importante novità riguarda l’ingresso di un marchio importante come Honma quale partner tecnico del torneo.

In tutte le tappe ci sarà una buca con un premio sponsorizzato e a tutte le squadre partecipanti sarà inoltre regalata una dozzina di palline Honma K1 per ogni giocatore iscritto.

Ti potrebbe piacere...