BMW Golf Cup International 02 giugno 2018 – GC Le Rovedine

Redazione On Line by

Un 2 giugno all’insegna dello sport e del fair play al Golf Club Le Rovedine dove si è giocata la settima tappa del circuito nazionale BMW Golf Cup International 2018. Questa tappa è stata sponsorizzata da BMW Milano, sponsor anche del Golf Club Le Rovedine.

Ad aggiudicarsi la Finale Nazionale di ottobre che si svolgerà anche quest’anno al Donnafugata Golf Resort & Spa sono stati: Filippo Schemoz (1a categoria hcp 0-12 – 1° netto); Giorgio Vernice (2a categoria hcp 13-36 – 1° netto) e Cesy Valtorta (Categoria Femminile – 1° netto).

Da segnalare le performance sportive di Paolo Cantarella che si è aggiudicato il 1° lordo (1a Categoria Maschile hcp 0-12 – 1° lordo) e Cristina Oneda (Categoria Unica Femminile).

A brindare con una magnum di Berlucchi’61 vinta al “Nearest to the Pin” sponsorizzato da un partner sempre più consolidato quale Berlucchi sono stati: Valerio Chiarozzi e Cesy Valtorta. Quest’ultima avrà quindi da brindare doppiamente in questa giornata cosi speciale per lei.

Il week end per due persone presso Terme di Saturnia Spa & Golf Resort, premio per chi si aggiudica la Hole in One, invece non è stato assegnato.

Per i finalisti verrà realizzato da Valigeria Grignola, eccellenza artigianale italiana, tra gli sponsor di quest’anno, un bellissimo porta score in pelle con le iniziali e nel colore da loro scelti.

A concludere questa giornata ricca di sport e amicizia un ricco cocktail offerto sempre da BMW Milano.

CELEBRIAMO I MIGLIORI!

I vincitori di categoria per ogni tappa entreranno nella Hall of Fame 2018. Il loro profilo sportivo sarà infatti pubblicato in un’edizione speciale dedicata alla finale del Journal 2018 del torneo.

Ecco i vincitori della Gara presso il Golf Club Le Rovedine raccontati da loro stessi in un breve profilo in anteprima.

Filippo Schemoz (1° Categoria Maschile hcp 0 – 12 – 1° netto):

D: Dove vive?

R: A Milano

D: Qual è la sua professione al di fuori del green?

R: Consulente aziendale

D: Quando ha iniziato a giocare a Golf?

R: Da bambino, a 13/14 anni. Poi ho smesso per una quindicina d’anni e ho ripreso 4 anni fa

D: Una parola o un aggettivo per descrivere BMW Golf Cup International?

R: Competitivo. Si sente che è una gara particolarmente importante alla quale si vuole partecipare

D: E’ la sua prima partecipazione al BMW Golf Cup International?

R: Direi proprio di no

D: Il suo sogno segreto di golfista?

R: Giocare ad Augusta

D: C’è un campione di golf che l’ha ispirata in modo particolare?

R: Tiger Woods

D: C’è qualcosa che ha imparato sul green che poi ha messo in pratica anche nella vita quotidiana?

R: Credo la correttezza. E’ una dote propria del golfista difficile da trovare fuori dal green, soprattutto in Italia.

 

Giorgio Vernice (2° Categoria hcp 13 – 36 – 1° netto):

D: Dove vive?

R: A Vernate, in provincia di Milano

D: Qual è la sua professione al di fuori del green?

R: Mi occupo di riparazioni di auto

D: Quando ha iniziato a giocare a Golf?

R: Circa 3 anni fa

D: Una parola o un aggettivo per descrivere BMW Gol Cup International?

R: Divertente e ben organizzato

D: E’ la sua prima partecipazione al BMW Golf Cup International?

R: No è la terza

D: C’è un campione di golf che più l’ha ispirata?

R: Non mi viene in mente nessuno

D: Qual è secondo lei la dote, la qualità personale più importante per un golfista?

R: La calma e la pazienza, cosa che io in realtà non ho…

D: E oggi come ha fatto a vincere?

R: Oggi mi è andata bene!

 

Cesy Valtorta (Categoria Unica Femminile – 1° Netto):

D: Dove vive?

R: A Milano

D: Qual è la sua professione al di fuori del green?

R: Casalinga e nonna

D: Quando ha iniziato a giocare a Golf?

R: Nel 1997

D: Una parola o un aggettivo per descrivere BMW Gol Cup International?

R: Questo torneo mi piace molto, è organizzato molto bene

D: Qualcosa che lei ha imparato, o esercitato, sul green che le è stata utile nella sua quotidianità?

R: E’ uno sport che rispecchia il carattere di una persona. Credo che ci voglia molto autocontrollo e rispetto per gli altri

D: Se lei dovesse raccontare l’emozione del golf con un film quale sceglierebbe?

R: A cinema ci vado poco, ma diciamo che come genere lo possiamo paragonare ad un film giallo…non sai mai come va a finire.

 

CLASSIFICA

 

 

Ti potrebbe piacere...