Akshay Bhatia, un ragazzino tra i campioni del Valspar

Redazione On Line by

Probabilmente bisognerà tenere a mente questo strano nome, zeppo di consonanti e povero di vocali: Akshay Bhatia. Appartiene a un ragazzino di 17 anni, alto, magro, mancino laureatosi per la prima volta campione nel Junior Pga Championship 2017 con uno score finale di 22 sotto par e confermatosi l’anno successivo. Primo nel ranking mondiale juniores e nono nella classifica mondiale amateur, Akshay ha ricevuto un invito dagli sponsor e farà il suo esordio questa settimana sul PGA Tour al Valspar Championship. Nativo della California, ma trasferitosi con la famiglia a Wake Forest, North Carolina, il ragazzo sembra avere le stimmate del campioncino, supportate da una feroce determinazione. Il padre gli ha costruito in casa una postazione con tanto di TrackMan professionale dal quale risulta che la sua velocità di swing arriva a superare le 120 miglia orarie (oltre 190 kmh). Lui passa ore ad allenarsi, pretendendo il massimo da se stesso e ha già deciso che entro fine anno passerà professionista, dopo aver giocato la Walker Cup, la sfida fra i migliori dilettanti di Stati Uniti, Gran Bretagna e Irlanda, per la quale sarà quasi sicuramente convocato. Naturalmente il salto di categoria nasconde, come tradizione, molte insidie ma il ragazzo sembra attrezzato e determinato il giusto per farsi strada rapidamente. Il Valspar comincerà a dirci se e quanto saremo costretti ad occuparci di lui nell’immediato futuro.

Ti potrebbe piacere...