76° Open d’Italia: Intervista a Justin Rose

Redazione On Line by

Justin Rose, numero cinque mondiale, torna all’Olgiata dopo 17 anni.

“Ero agli inizi della carriera quando venni la prima volta a disputare l’Open d’Italia. Ero con Ian Poulter, che vinse, e ora siamo ancora qui di nuovo insieme. Non ricordo molto di quella esperienza e nemmeno come giocai, ma è bello tornare dopo tanti anni con la mia carriera che ha preso strade significative. Per l’Open d’Italia essere entrato a far parte delle Rolex Series è stato un gran balzo in avanti. E ora la Ryder Cup è praticamente dietro l’angolo. Come c’è stata una grande crescita nella mia carriera così c’è altrettanta crescita nel golf in Italia”.

Naturalmente Rose non nasconde di voler puntare al titolo, ma vede Francesco Molinari come avversario da temere. “Un amico e un campione che vincendo la Ryder Cup 2018 e l’Open Championship si è affermato a livelli mondiali. E’ un grande giocatore”.

Già medaglia d’oro alle Olimpiadi di Rio 2016, Rose punta al bis a Tokyo 2020. “Rappresentare il mio Paese in Giappone sarà bellissimo, confermarsi campione sarebbe stupendo”.

Ti potrebbe piacere...