Autore: Redazione On Line

La vittoria numero 48 di Mikaela Shiffrin arriva con lo slalom parallelo di St. Mortiz.

E questa volta, vista anche la formula della gara, Shiffrin non ha vinto con distacchi abissali ma con una battaglia colpo su colpo in una tiratissima finale contro un’ottima Petra Vlhova.

Nella strada per la finale la statuitense ha battuto St-Germain, Holtmann, Loseth e Liensberger. Più complicato il cammino di Vlhova che dopo Bissig, Remme e Brunner si è scontata in seminfinale con una agguerritissima Holdener.

La migliore delle azzurre è Irene Curtoni, fermatasi agli ottavi di finale battuta proprio da Wendy Holdener. Federica Brignone e Chiara Costazza erano invece state eliminate al primo turno rispettivamente da Adeline Mugnier e Meta Hrovat.

“Ci ho creduto fino all’ultima porta – ha spiegato Brignone al traguardo – Avevo recuperato lo svantaggio, purtroppo ho frenato leggermente in uscita dalla tripletta e ho perso l’abbrivio per le ultime quattro porte”.

Negative le sensazioni di Chiara Costazza: “Non riesco a digerire questa formula, fatico a trovare continuità all’interno di una manche, subisco la pista”.

Le altre azzurre al via stamattina, Roberta Midali e Marta Bassino non avevano superato le qualificazioni.

 

Latest articles