La Patria del Friuli vuole un inno ufficiale

Redazione On Line by

Il Friuli, o meglio la Patria del Friuli, cerca il suo inno ufficiale. Per questo è stato aperto un bando di concorso (la cadenza è il 20 gennaio 2018), finalizzato all’individuazione di un inno originale ed inedito, capace di rappresentare attraverso un testo ed una musica, la storia, l’identità e la multiculturalità di un luogo geografico, amministrativo e politico che ebbe la sua parabola storica dal 1077 al 1420. Un luogo che è ancora oggi vivo ed attivo, per un compendio di culture che si riconoscono nella condivisione di tradizioni antiche e in un multiculturalismo che si rispecchia nell’ideale convivenza di lingue e identità: la friulana, la tedesca e la slovena.

Il concorso, indetto dall’Istitût Ladin Furlan “Pre Checo Placeran”, prevede la composizione di un inno con testo in lingua friulana, che dovrà richiamare i caratteri principali e particolari del Friuli, in riferimento alla storia, alle tradizioni, all’identità sociale e linguistica di tutta la comunità.

Il concorso è aperto a compositori di qualsiasi cittadinanza, età, sesso e residenza. Ogni candidato dovrà presentare in forma anonima una sola composizione originale, mai pubblicata, eseguita o premiata. All’autore dell’opera vincitrice, individuata da una giuria specializzata, sarà assegnato un premio di 3mila euro.

Il regolamento, la scheda d’iscrizione e tutte le informazioni sono reperibili sul sito:

La proclamazione del vincitore avverrà il 3 aprile 2018. Il materiale dovrà pervenire, tramite raccomandata A/R entro il 20 gennaio 2018, al seguente indirizzo: Istitût Ladin Furlan “Pre Checo Placerean”, Concors pal Imni de Patrie dal Friûl, CP 3, 33039 Sedegliano (Udine).

Ti potrebbe piacere...

AMADEUS

L’Ensemble Sinestesia GMI al Planetario di Milano

Due nuovi concerti attendono l’Ensemble Sinestesia GMI al Planetario di Milano, due momenti per il pubblico per vivere l’esperienza della grande musica immersi nel buio cosmico del Planetario.

Avviato da Gioventù Musicale d’Italia nel 2012,…

AMADEUS

Tous les matins du monde: Jordi Savall a Milano

«Tutte le mattine del mondo sono senza ritorno»: è questa la conclusione a cui giunge l’ormai maturo, potente e disilluso Marin Marais, compositore e violista del re di Francia, ricordando l’incontro con il suo…

AMADEUS

Viaggio nella canzone d’autore: Rino Gaetano

Fino a questo momento, pur nell’unicità che ciascun Cantautore rappresenta, abbiamo parlato di “scuole” legate ad alcune particolari città o aree, Genova, Milano, Bologna: Rino Gaetano è il primo cantautore del Sud che incontriamo…