Tra Neoclassicismo e Romanticismo: Giampaolo Bisanti al Lirico di Cagliari

by

Difficile rendere in maniera convincente il “Gloria” di Francis Poulenc, brano novecentesco intriso sia del neoclassicismo francese elegante e distaccato sia della fortissima religiosità del compositore francese; e difficile anche non scadere nel banale con la “Sinfonia n. 5 in mi minore” op. 64 di Peter Ilich Tchaikovsky, celeberrima e spesso eseguita con un manierismo che poco si addice allo spirito inquieto che la pervade.

Giampaolo Bisanti, direttore d’orchestra classe 1972, è riuscito nell’impresa, regalando al pubblico del Teatro Lirico di Cagliari una serata equilibrata da tutti i punti di vista. Sicuramente avrà avuto il suo peso il legame profondo che ormai Bisanti, ospite frequente nel capoluogo sardo nonostante sia stabile al Petruzzelli di Bari, ha instaurato con l’Orchestra e il Coro, guidati senza sbavature e con gesti misurati e precisi, in un rapporto di stima umana e professionale.  Così, nella prima parte della serata, il “Gloria” è stato sviscerato in ogni aspetto della partitura, da quelli più mistici (nel “Dominus Deus” e nell’ “Agnus Dei”) sino all’ironia giocosa (come nel “Domine fili”).

Il soprano solista, la tedesca Tanja Kuhn dalla gradevole voce calda e tonda, si è mossa con agilità fra le varie facce cangianti del brano, risultando sempre affidabile nell’intonazione e sicura nell’intenzione, anche durante gli scambi melodici col Coro, in questa occasione ineccepibile. L’Orchestra ha espresso il meglio, invece, durante la “Sinfonia n. 5”, carica di complessità espressive ed esasperazioni Sturm und Drang stemperate da momenti graziosi e pastorali, un intreccio ben compreso dagli interpreti e che ha convinto il pubblico, caloroso negli applausi.

Foto di copertina Ph. Priamo Tolu

Ti potrebbe piacere...

AMADEUS news

Enrico Fagone dirige a New York in omaggio a Bernstein

Contrabbassista impegnato nella valorizzazione del repertorio solistico del proprio strumento, docente presso il Conservatorio della Svizzera Italiana, direttore in numerose occasioni con prestigiose orchestre. Enrico Fagone è stato lo scorso 4 novembre Principal Guest…