GOLF TODAY

Golf Today Aprile 2017 edizione digitale

3,00

NOVITA’

Dal primo gennaio 2017 la nostra rivista digitale potrà essere acquistata on line a soli 2€ !!!

Accedi con le tue credenziali se hai già acquistato da noi, in alternativa il sistema ti chiederà una nuova registrazione.

Se ti eri registrato solo per leggere la rivista, tale registrazione non è valida.

Golf Today Aprile 2018 edizione digitale

3,00

Il golf mondiale guarda là. E guarda lui. Occhi puntati su Augusta (Georgia, USA) per vedere cosa farà Tiger Woods al Masters.

Il carisma del campione americano è tale che in tutte le club house si parla più di lui che del primo Major dell’anno. La cui attesa è esplosa dopo il convincente ritorno alle gare della “Tigre”.

Il nuovo numero de Il Mondo del Golf Today, rivista che fa parte del Gruppo Cose Belle d’Italia, edita da Belvivere srl e diretta da Massimo De Luca, propone una carrellata di pareri autorevoli, perché raccolti tra i tecnici (giocatori, coach, caddie, giornalisiti di settore) e obiettivi (perché garantiti dall’anonimato), che ipotizza il comportamento di Woods sui green magici dell’Augusta National: sarà anche un campione, ma non avrà vita facile.

Altro argomento caldo dibattuto tra gli appassionati è il nuovo sistema di calcolo dell’handicap: entrerà in vigore nel 2020, ma già oggi si accavallano domande e dubbi, che il giornale però chiarisce con l’aiuto di due tecnici federali.

A seguire, un’ampia sezione spiega i segreti della tecnica, per imparare (o per sognare) un gioco da campioni.

In coda, la consueta vetrina dedicata al “saper vivere” con eleganza ed equilibrio, con pagine dedicate a moda e accessori, motori, benessere, arte, cultura e gastronomia.

Golf Today Dicembre 2016 / Gennaio 2017 edizione digitale

3,00

Scende la temperatura, ma non la voglia di giocare. Così il numero di dicembre de Il Mondo del Golf Today, rivista golfistica facente parte del Gruppo Cose Belle d’Italia, edita da Bel Vivere s.r.l e diretta da Massimo De Luca, offre ai lettori una serie di consigli pratici su come giocare e come stare in campo quando fa freddo. Grande attenzione anche ai giocatori “più maturi” con i consigli di Costantino Rocca e l’esperienza di Bernhard Langer, due campioni intorno alla sessantina ma sempre brillanti in campo. Pagine di grande utilità pratica, da abbinare ai consigli tecnici di Rickie Fowler Butch Harmon, per cercare di migliorare swing e score. Il numero ospita anche un’attenta analisi della stagione dei giocatori italiani, firmata da Stefano Cazzettavicedirettore della Gazzetta dello Sport. La parte dedicata al turismo golfistico porta la fantasia a spaziare tra i caldi colori della Repubblica Dominicana e la quiete discreta della Provenza. In coda, la consueta vetrina dedicata al “saper vivere” con eleganza ed equilibrio, con pagine dedicate ad accessori, benessere, cultura e enogastonomia.

Golf Today Dicembre 2017 edizione digitale

3,00

Il ritorno alle gare di Tiger Woods ha (ri)acceso l’entusiasmo dei golfisti di tutto il mondo e anche in Italia gli appassionati seguono con attenzione le vicende del campione americano. Il nuovo numero de Il Mondo del Golf Today, rivista che fa parte del Gruppo Cose Belle d’Italia, edita da Belvivere srl e diretta da Massimo De Luca, si fa interprete di questo interesse, in bilico tra curiosità e speranze, legato alle future prestazioni sportive di Woods.

 

Golf Today Giugno 2017 edizione digitale

3,00

A pochi giorni dal via, è molto viva l’attesa per il secondo Major 2017, l’US Open in programma a Erin Hills, in Wisconsin (Usa), dal 15 al 18 giugno. Un campo poco noto e molto temuto, che il nuovo numero de Il Mondo del Golf Today, rivista che fa parte del Gruppo Cose Belle d’Italia, edita da Bel Vivere srl e diretta da Massimo De Luca, racconta in modo del tutto diverso: non tanto l’analisi tecnica del percorso (facilmente reperibile su internet, a partire dal sito ufficiale dell’evento), quanto un racconto di un giornalista che ha vissuto in prima persona la storia del campo fin dalla prima progettazione, condividendone successi, fatiche e disavventure.

Il golf mondiale arriva all’appuntamento americano con il tricolore italiano che sventola forte: dopo la vittoria di Edoardo Molinari in Marocco ad aprile scorso, il fratello Francesco ha confezionato una gara magistrale (2°) a Wentworh (il “quinto Major”) e Renato Paratore ha messo tutti in fila in Svezia.

Spazio anche all’“altro” golf, il gioco in versione paralimpica, con la storia del tenente colonnello Roberto Punzo, rimasto paraplegico in seguito a una sparatoria durante una Missione di Pace del nostro Esercito. Una disavventura riscattata (anche) sui campi da golf.

Sezione dedicata sui consigli di tecnica di campioni affermati e top coach per migliorare (o, almeno, provarci) il proprio gioco, con suggerimenti e indicazioni da mettere poi in pratica in una delle innumerevoli gare che ogni weekend riempiono i Circoli italiani.

In coda, la consueta vetrina dedicata al “saper vivere” con eleganza ed equilibrio, con pagine dedicate alla moda e accessori, tecnologia, cultura e enogastonomia.

Golf Today Giugno 2018 edizione digitale

3,00

Dopo il primo appuntamento dell’European Tour in Italia (Rocco Forte Open), il grande golf europeo fa tappa anche sulle rive del Lago di Garda per l’Open d’Italia, l’evento più importante del nostro movimento.

A contendersi il titolo arrivano alcuni tra i più grandi campioni del golf europeo, tra cui l’eccentrico e simpatico Ian Poulter, istrione del fairway e trascinatore del Team europeo nelle ultime edizioni della Ryder Cup. L’inglese non ha fatto mistero di puntare alla terza affermazione in Casa Italia e si candida a star del torneo, come riporta il nuovo numero de Il Mondo del Golf Today, rivista che fa parte del Gruppo Cose Belle d’Italia, edita da Belvivere srle diretta da Massimo De Luca.

Golf Today Luglio 2017 edizione digitale

3,00

Alla vigilia del terzo Major di stagione, il solo che si disputa in Europa, il nuovo numero de Il Mondo del Golf Today, rivista che fa parte del Gruppo Cose Belle d’Italia, edita da Belvivere srl e diretta da Massimo De Luca, ospita, tra l’altro, un’articolata serie di interventi di Keith Pelley, CEO dell’European Tour. Canadese di nascita e inglese d’adozione golfistica, il manager racconta ai lettori la sua concezione di “gioco moderno”, analizza alcuni cambiamenti effettuati e svela – in anteprima e in esclusiva – alcune modifiche che vorrebbe intraprendere per favorire l’incremento di praticanti e di tifosi. Il tempo dirà se Pelley sarà stato un puro sognatore o un vero rivoluzionario.

Nel frattempo, occhi puntati anche sul golf rosa: le proette hanno grinta e cattiveria agonistica da vendere, al pari dei colleghi uomini. Ma, in più, hanno fascino e bellezza, come si evince dai loro profili social, a cui dedicare un’occhiata e nemmeno tanto fugace.

Prosegue anche su questo numero il consueto appuntamento con i campi a 9 buche: non è un golf minore, ma un golf a spesa minore, a riprova che ormai si tratta di uno sport davvero possibile a chiunque.

Nella sezione dedicata al turismo, spazio per un lungo e completo reportage che porta il lettore nel cuore del Kenya: non quello turistico di Malindi o Amboseli, ma quello prettamente golfistico intorno a Nairobi e, poi, nel cuore della Great Rift Valley, sulle sponde del Lago Naivasha e a Vipingo, a un passo dell’Oceano, per scoprire alcuni dei 42 campi del Paese.

In coda, la consueta vetrina dedicata al “saper vivere” con eleganza ed equilibrio, con pagine dedicate alla moda, accessori, cultura ed enogastonomia per la persona di classe che sappia apprezzare la ricercatezza di prodotti d’eccellenza.

Golf Today agosto-settembre 2019 edizione digitale

3,00

Come, già finito? La sensazione, non dichiarata ma palpabile, che si respira a metà della prima stagione con il nuovo calendario è quella di un sogno che si è interrotto sul più bello. Concentrare entro metà luglio tutti e quattro i Major ha sollevato parecchi malumori e non piace. Per lo meno, adesso. Forse con il tempo le cose cambieranno, ma al momento i dubbi e le voci di dissenso sono parecchie, a partire – come riporta il nuovo numero de Il Mondo del Golf Today, rivista edita da Bel Vivere, a Company of Cose Belle d’Italia, e diretta da Massimo De Luca – da quella autorevolissima di Jack Nicklaus. Insomma, a metà dell’anno e con ancora diversi eventi di cartello in calendario, è comunque già tempo di bilanci.

Come quello che sta facendo Tiger Woods, parcheggiato in bilico tra un passato grandissimo e un futuro incerto che non permette di capire se il recente trionfo di Augusta sia un’effettiva risurrezione o un definitivo canto del cigno.

Anche il suo alter ego, l’inossidabile Phil Mickelson, molto meno mediatico ma altrettanto amato dai tifosi, traccia un bilancio di una carriera lunghissima e così costante nei risultati da essere sia un esempio sia un oggetto di studio.

Spazio anche al golf amatoriale che, prima della pausa estiva, ha vissuto la parte più calda (e non solo dal punto di vista agonistico) della propria stagione. In coda, la consueta vetrina dedicata al “saper vivere” con eleganza ed equilibrio, con pagine dedicate alla moda e accessori, benessere, cultura e cooking stellato.

Golf Today Aprile 2019 edizione digitale

3,00

Aprile  2019 – Edizione digitale

All’inizio della settimana del Masters, il nuovo numero de Il Mondo del Golf Today, rivista che fa parte del Gruppo Cose Belle d’Italia, edita da Bel Vivere Media e diretta da Massimo De Luca, rivela chi sarà il vincitore del primo (attesissimo) Major 2019: abbiamo chiesto ad alcuni caddie che tra pochi giorni saranno in campo ad Augusta chi indosserà la Giacca Verde il 14 sera e le risposte di questi tecnici in primissima linea convergono su… no, purtroppo non è il nostro Francesco Molinari che comunque spiega, nella sua consueta rubrica, come si è preparato (a suon di prestazioni molto brillanti) per questo esaltante e delicato appuntamento.

Il grande gioco di oggi si basa sui miti di ieri. Due su tutti, ora che la stagione 2019 entra nel vivo: Butch Harmon, cioè l’insegnamento fatto persona, racconta cosa egli, a sua volta, abbia imparato dai campioni che ha guidato; e Gary Player, inossidabile come sempre, fornisce preziosi spunti di riflessione sul gioco (e, più in generale, sulla vita).

Prime gare anche per tanti amateur italiani: ripartono i tradizionali grandi circuiti delle varie Aziende e Associazioni che rappresentano la parte più viva del nostro gioco domenicale e decolla la Summer Season del nostro fitto calendario All Inclusive Golf Challenge. In coda, la consueta vetrina dedicata al “saper vivere” con eleganza ed equilibrio, con pagine dedicate a motori, moda e accessori, cultura e cooking.

Golf Today Dicembre 2018 edizione digitale

3,00

Chi avrebbe mai detto che la vittoria di Francesco Molinari a Wentworth (che già di per sé è un evento) era soltanto il primo atto di una stagione straordinaria, proseguita con l’affermazione sul Tour americano, il trionfo di Carnoustie, una Ryder da dominatore, il titolo di “World Sport Star of the Year” da parte della BBC e, infine, il riconoscimento del Collare d’Oro al Merito Sportivo, la massima onorificenza dello Sport italiano?

Un’incredibile “collezione” di successi che ha spinto la più autorevole rivista di settore, l’americana Golf Digest, a pubblicare una lunga intervista a Chicco, per farlo conoscere ai lettori di tutto il mondo attraverso le sue molte edizioni locali.

Dal golf di oggi a quello di ieri, (ri)scoperto attraverso le imprese dei membri della famiglia Grappasonni che, partiti dal Quarto Miglio e dai prati intorno all’Acquasanta, hanno sviluppato l’intero movimento azzurro.

A seguire, restando in tema di ritratti, il giornale dedica un ampio servizio a un’icona del golf mondiale. Il designer Pete Dye, che ha realizzato molti tra i campi più intriganti al mondo, apre la sua casa e ripercorre una vita di aneddoti, di fatiche e di successi.

Golf Today Giugno 2019 edizione digitale

3,00

In attesa dell’imminente terzo Major di stagione, l’US Open di Pebble Beach, il nuovo numero de Il Mondo del Golf Today, rivista edita da Bel Vivere Media, a brand of Cose belle d’Italia e diretta da Massimo De Luca, mette sotto i riflettori l’americano Brooks Koepka, l’uomo dei Major (quattro vittorie, tra cui le ultime due edizioni proprio dell’US Open): se è vero che non c’è il due senza il tre, il campione USA potrebbe incarnare l’eredità di Tiger Woods per il futuro.

L’US Open è spesso campo di scontro non solo per lo score (e la gloria) ma anche per i rapporti tra giocatori e USGA: una tensione che lo scorso anno ha avuto nel gesto di protesta di Phil Mickelson il suo momento più eclatante, ma che, in realtà, si perde nella notte del Major.

Sempre guardando il passato, restano vibranti i ricordi, gli aneddoti e le raccomandazioni di Johnny Miller, telecronista di successo dopo una carriera luminosa, che a inizio stagione ha appeso il microfono al chiodo e ripercorre sulle pagine del giornale quasi cinquant’anni di golf con il suo stile schietto e pungente.

In coda, la consueta vetrina dedicata al “saper vivere” con eleganza ed equilibrio, con pagine dedicate ai motori, moda e accessori, benessere, cultura e gastronomia.

Golf Today Luglio 2019 edizione digitale

3,00

Copertina e occhi puntati su Francesco Molinari, chiamato a difendere il titolo nel The Open Championship, il quarto Major di stagione che torna, dopo 68 anni, in Irlanda del Nord. Una sede per nulla scontata; anzi, fino a qualche anno fa non era nemmeno presa in considerazione nella rotazione dei campi. Ma le cose cambiano; o, meglio, le si può far cambiare, come racconta il nuovo numero de Il Mondo del Golf Today – rivista edita da Bel Vivere Media, a Company of Cose Belle d’Italia, e diretta da Massimo De Luca – che svela la “trasformazione” del prestigioso campo di Portrush.

In occasione dell’Open, chi abbia nel materasso 80mila euro – centesimo più, centesimo meno – da buttar via potrebbe (tentare di) emulare James P. Adducci, un Signor Nessuno americano con la passione (o il vizio) delle scommesse, che ad aprile puntò 85mila dollari su Tiger Woods vincitore del Masters. Tutti ormai sappiamo, con invidia, che questa volta gli è andata bene (si è messo in tasca un milione e 200.000 dollari); ma nessuno conosce quanto riporta in giornale, e cioè i retroscena di questa scommessa folle (rifiutata, tra l’altro, da due bookmaker) e chi sia questo signore dell’America profonda, continuamente in bilico tra legalità e microdelinquenza.

Decisamente più serio è l’inossidabile Bernard Langer, che tra aneddoti e consigli ripercorre una grandissima carriera: dai primi tempi difficili quando dormiva in macchina, ai giorni d’oggi in cui rappresenta la miglior testimonianza di come lavoro e sacrificio paghino sempre.

In coda, la consueta vetrina dedicata al “saper vivere” con eleganza ed equilibrio, con pagine dedicate agli accessori, motori, cultura ed enogastronomia.

1 2 3