EDICOLA DIGITALE

E’ l’edicola digitale di Bel Vivere Media.

Filter

Showing 1–12 of 43 results

  • product-imageproduct-image

    Ottobre 2017

    2,00
    2,00

    Se l’estate ci dà tanto, l’inverno… chissà! Dopo un caldo fuori norma, abbiamo già gli occhi al cielo sperando che, quest’anno, dalle nostre parti, cada la stessa neve scesa nell’emisfero sud durante i mesi scorsi.

    Sul primo numero di SCI, Enrico Maria Corno ha intervistato il colonnello Giuliacci, il meteorologo delle nostre case quando non si smanettava così compulsivamente sui computer, meno pessimista delle cassandre che vorrebbero farci dimenticare gli sci in soffitta.

    Qualche spunto per prenotare una settimana bianca potrà essere colto sfogliando le pagine su Crans Montana, la famosa località turistica sopra la svizzera Sion, o su Pila, realtà sempre più all’avanguardia nel panorama del turismo invernale, raggiungibile sia in macchina, sia comodamente seduti in cabinovia, direttamente da Aosta.

    Vi parlerò anche della stagione agonistica, azzardando qualche previsione e cercando di spiegare tecnicamente gli effetti collaterali dell’introduzione del nuovo sci da gigante, mentre Lucia Galli ha avvicinato il suo microfono a Federica Brignone, reduce da una stagione folgorante e, ovviamente, sotto i riflettori dei media.

    Tranquilli! Non ci siamo dimenticati dei test che, in questo primo appuntamento con voi, cari lettori, verterà sul racecarving da gigante, ovvero uno sci mutuato dagli incipit strutturali dell’equivalente da gara, ma molto più malleabile e alla portata dello sciatore non agonista.

  • product-imageproduct-image

    Ottobre 2017

    2,00
    2,00

    L’European Tour arriva nel nostro Paese e il Golf Club Milano ospita, all’interno del Parco di Monza, la 74a edizione dell’Open d’Italia. Un gara proiettata, negli ultimi due anni, nell’élite dei grandissimi tornei mondiali, con un montepremi di sette milioni di dollari e l’inserimento nel prestigioso calendario Rolex Series.

    Tantissimi i campioni in gara per un field senza precedenti che porta sul tee della 1 ben 25 giocatori tra i primi 100 del World Ranking e sette vincitori di Major. Oltre al nostro Francesco Molinari, campione uscente, che guiderà la folta rappresentanza azzurra. Un’atmosfera davvero unica che il nuovo numero de Il Mondo del Golf Today, rivista che fa parte del Gruppo Cose Belle d’Italia, edita da Bel Vivere srl e diretta da Massimo De Luca, racconta nei particolari per vivere un Open da protagonista.

    In sommario anche un modo diverso di visitare New York, meta sempre gettonata nell’arco dell’anno: ecco la Grande Mela in chiave “sacca e bastoni”. A seguire, i consigli dei grandi campioni per migliorare il proprio gioco e ampio spazio alle tante gare che caratterizzano il vivace panorama amatoriale italiano.

    In coda, la consueta vetrina dedicata al “saper vivere” con eleganza ed equilibrio, con pagine dedicate alla moda e accessori, motori, cultura ed enogastronomia

  • product-imageproduct-image

    Ottobre 2017 – Digitale

    7,00
    7,00

    Un’italiana in copertina. È Claudia Caffagni, interprete di culto nel mondo della musica antica, la protagonista del disco  proposto dal nuovo numero di Amadeus in edicola dal 3 ottobre.

    L’anima dell’ensemble “al femminile”  La Reverdie, che ha festeggiato i suoi 30 anni di attività, direttrice e liutista, guida nel cd inedito allegato in ottobre al “mensile della grande musica” un ensemble di giovani, talentosi strumentisti e cantanti in un capolavoro  del repertorio sacro quattrocentesco: la Missa “Se la face ay pale” di Guillaume Du Fay (1397 – 1474).

    Un progetto didattico e discografico nato in seno alla Fondazione Benetton Studi e Ricerche di Treviso presentato in esclusiva da Amadeus.

    Tre dischi inediti per i lettori di Amadeus anche questo mese: doppio download “storico” con il Trio di Milano, terzetto di grandi solisti che ha fatto  la storia della musica da camera italiana. Viaggio nel tempo tutto dedicato a Franz Schubert con il violoncello di Rocco Filippini, il pianoforte di Bruno Canino e il violino di Marianna Sirbu (Trii per pianoforte e archi D 898 e D 928, Trio D 28, Adagio D 897).

    Oltre alle consuete rubriche e approfondimenti da non perdere nelle pagine del numero di ottobre di Amadeus “Claudio all’Opera”, un ritratto di Abbado direttore d’opera tra memorie dal vivo e ascolti discografici.


    RIVISTA DIGITALE + CD + BOOKLET CD COPERTINA

  • product-imageproduct-image

    Settembre 2017

    2,00
    2,00

    Sono due, in questo momento, le aspettative degli appassionati di golf: da una parte inizia a crescere l’attesa per l’Open d’Italia, il nostro trofeo maggiore, che quest’anno si colloca a livello dei grandissimi eventi internazionali, dal momento che è incluso nel circuito delle Rolex Series e mette sul piatto un montepremi di sette milioni di dollari.

    Dall’altra, si cerca di comprendere le reali condizioni (e intenzioni) di Tiger Woods che, sotto controllo medico, ha timidamente ripreso in mano i ferri. Tra dubbi, speranze ed incognite il nuovo numero de Il Mondo del Golf Today, rivista che fa parte del Gruppo Cose Belle d’Italia, edita da Bel Vivere srl e diretta da Massimo De Luca, analizza tutte le incertezze legate al campione americano in attesa di vederlo nuovamente in campo.

    Spazio anche al golf giocato, con un esaustiva panoramica sulle palle più diffuse sul mercato. Una serie di utili indicazioni tecniche aiuta i golfisti a comprendere come scegliere la pallina più adatta al proprio gioco, senza incorrere nella (diffusa) convinzione che il top di gamma sia sempre la soluzione più azzeccata.

    Storia e attualità si uniscono nella sezione del turismo, che abbraccia i tradizionali e classici links dell’Irlanda del Nord e il rinnovato e appena riaperto Royal Golf Course di Bled, in Slovenia a poca distanza dall’Italia.

    In coda, la consueta vetrina dedicata al “saper vivere” con eleganza ed equilibrio, con pagine dedicate alla moda e accessori, motori, benessere, cultura e enogastonomia.

  • product-imageproduct-image

    Settembre 2017

    5,00
    5,00

    Il terzo numero di Watch Digest inizia sin dal suo editoriale con una suggestione, quella dell’aliante, ovvero dell’importanza di volare alto. L’aliante è una macchina per noi quasi incomprensibile. Non ha un motore, non emette nessun suono, non consuma energia, però vola. Vola sfruttando due elementi lontani tra di loro ma indissolubilmente legati: il vento da una parte e l’intelligenza del pilota dall’altra. Non solo. È il pilota che, entro dei ragionevoli limiti, può decidere quanto, come ma soprattutto dove volare, quali correnti ascensionali prendere. È bella quest’immagine dell’aliante. A noi l’ha regalata Angelo Bonati, protagonista dell’orologeria moderna e della Cover Story del numero tre di Watch Digest. Il suo è un grande insegnamento: volare costantemente sopra tutti, pensando sempre e solamente a costruire, a creare qualità e lavoro, non curandosi troppo delle critiche fini a se stesse, guardando alla nostra Italia come un’opportunità da far rimanere viva e non da depredare. Ci piace Bonati, perché ha ancora oggi la volontà di un ventenne, l’esperienza di un grande saggio, la visione del mondo sorniona di chi sa ma non reputa fondamentale farlo sapere. Grazie a lui e grazie a tanti come lui, amiamo e continueremo ad amare così tanto la bella orologeria.

  • product-imageproduct-image

    Settembre 2017 – Digitale

    7,00
    7,00

    Nel segno del Barocco. È il Messiah, la più celebre ed eseguita composizione del grande Georg Friedrich Händel, il titolo protagonista del doppio cd proposto dal nuovo numero di Amadeus – Il Mensile della Grande Musica.

    In copertina Giulio Prandi, il quarantenne, appassionato ed esperto direttore del Ghislieri Choir & Consort, la compagine musicale che è punta di diamante dell’attività culturale dell’antico Collegio Ghislieri di Pavia, gloriosa istituzione italiana che celebra i suoi 450 anni proprio nel 2017.

    Tre dischi inediti per i lettori di Amadeus questo mese: nel disco in download “Scherzando” si viaggia tra gli Scherzi sinfonici di Schubert, Gounod, Beethoven, Bruckner, Dvořák, Verdi e Rachmaninov con I Corni della Scala diretti da Angelo Sormani.

    Da non perdere nelle pagine del numero di settembre di Amadeus – Il Mensile della Grande Musica l’intervista esclusiva a Franco Zeffirelli, testimone eccellente che ricorda la “sua” Maria Callas: a 40 anni dalla morte la forza, la fragilità, la voce, la presenza scenica, le guerre, gli amori e il declino di una donna nel mito.


    RIVISTA DIGITALE + CD 1 e 2 + COPERTINA

  • product-imageproduct-image

    Agosto 2017 – Digitale

    7,00
    7,00

    Un talento italiano da conoscere e seguire. Il giovane pianista Nicola Losito,  a soli 21 anni è il protagonista della copertina del nuovo numero di Amadeus, in edicola da domani martedì 1 agosto.

    Studi rigorosi, l’affermazione in concorsi prestigiosi, uno sguardo profondo sul mondo e un piglio deciso sulla strada musicale intrapresa.

    In questo interprete, già personale e maturo nonostante l’età, diligenza e perseveranza si uniscono all’entusiasmo irripetibile della giovinezza

    Nel cd inedito allegato alla rivista, Losito affronta un impegnativo programma solistico nel segno inconfondibile di Robert Schumann: gli Studi sinfonici op. 13 e Il Carnevale di Vienna op. 26, capolavori assoluti della letteratura pianistica di tutti i tempi.

    Da non perdere nelle pagine del numero di agosto di Amadeus, oltre alle consuete rubriche e approfondimenti sul mondo della “grande musica”, un inedito ritratto di Leonard Bernstein, un reportage esclusivo dall’Iran dove è rinata l’Orchestra Sinfonica di Teheran, un viaggio in Inghilterra dietro le quinte dell’aristocratico ed eccentrico Festival di Glyndebourne.


    RIVISTA DIGITALE + CD + COPERTINA

  • product-image

    Luglio / Agosto 2017

    2,00
    2,00

    Alla vigilia del terzo Major di stagione, il solo che si disputa in Europa, il nuovo numero de Il Mondo del Golf Today, rivista che fa parte del Gruppo Cose Belle d’Italia, edita da Belvivere srl e diretta da Massimo De Luca, ospita, tra l’altro, un’articolata serie di interventi di Keith Pelley, CEO dell’European Tour. Canadese di nascita e inglese d’adozione golfistica, il manager racconta ai lettori la sua concezione di “gioco moderno”, analizza alcuni cambiamenti effettuati e svela – in anteprima e in esclusiva – alcune modifiche che vorrebbe intraprendere per favorire l’incremento di praticanti e di tifosi. Il tempo dirà se Pelley sarà stato un puro sognatore o un vero rivoluzionario.

    Nel frattempo, occhi puntati anche sul golf rosa: le proette hanno grinta e cattiveria agonistica da vendere, al pari dei colleghi uomini. Ma, in più, hanno fascino e bellezza, come si evince dai loro profili social, a cui dedicare un’occhiata e nemmeno tanto fugace.

    Prosegue anche su questo numero il consueto appuntamento con i campi a 9 buche: non è un golf minore, ma un golf a spesa minore, a riprova che ormai si tratta di uno sport davvero possibile a chiunque.

    Nella sezione dedicata al turismo, spazio per un lungo e completo reportage che porta il lettore nel cuore del Kenya: non quello turistico di Malindi o Amboseli, ma quello prettamente golfistico intorno a Nairobi e, poi, nel cuore della Great Rift Valley, sulle sponde del Lago Naivasha e a Vipingo, a un passo dell’Oceano, per scoprire alcuni dei 42 campi del Paese.

    In coda, la consueta vetrina dedicata al “saper vivere” con eleganza ed equilibrio, con pagine dedicate alla moda, accessori, cultura ed enogastonomia per la persona di classe che sappia apprezzare la ricercatezza di prodotti d’eccellenza.

  • product-image

    Luglio 2017

    5,00
    5,00

    Tutti pensano che il primo numero di una rivista sia il più difficile: c’è da costruire la grafica, scegliere i caratteri da usare, pensare la filosofia del giornale, trovare i collaboratori, scegliere la carta, la tipografia, l’allestimento. Bisogna costruire e poi cambiare, limare, perfezionare, cancellare tutto e poi ripartire dal punto iniziale. Ci si appassiona, si discute (con Gianpiero Bertea, l’art director, ogni volta si fanno almeno un paio di litigate serie, di quelle un po’ isteriche), ci si confronta, si prendono decisioni.

    Poi il giornale esce e stai lì, come un bambino, a chiederti: piacerà? Ci saranno degli errori? Avremo fatto le scelte giuste? Tutte domande che, piano piano, ricevono risposte, tante risposte. Ti accorgi che a qualcuno è piaciuto, qualcuno ne ha apprezzato gli articoli, altri la grafica, c’è chi ti fa i complimenti e chi invece no. Ma va bene così. Un giornale deve far parlare, deve lanciare delle idee, deve scoprire sensazioni. Personalmente credo che basti una sola frase messa giù bene, una solo foto impossibile da dimenticare, per giustificare tutto il lavoro fatto per mesi e mesi, alle volte anni.

    Ora siamo al secondo numero. La strada è ancora in salita. Forse anche anche più in salita del primo, perché arriva dopo un lavoro che ha riscosso tanti consensi. Però il risultato c’è: stiamo tirando fuori i muscoli, un po’ come accade all’orologeria oggi… e tutto questo ci da un’enorme carica.

  • product-imageproduct-image

    Luglio 2017 – Digitale

    7,00
    7,00

    È un musicista italiano che il mondo ci invidia, Alessandro Carbonare, il protagonista della copertina del nuovo numero di Amadeus, in edicola da domani venerdì 30 giugno.

    Il clarinettista, punta di diamante dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, solista celebre, docente entusiasta, sempre in cerca di nuove avventure musicali ha scelto come compagni di viaggio del suo nuovo progetto discografico i giovani Luca Cipriano e Perla Cormani.

    Nel cd inedito allegato alla rivista, l’Alessandro Carbonare Clarinet Trio propone un programma accattivante e originale di straordinaria godibilità: musiche per corno di bassetto di Wolfgang Amadeus Mozart (due Divertimenti K 439b e arrangiamenti da Le nozze di Figaro, Don Giovanni e Il flauto magico).

    Da non perdere nelle pagine del numero di luglio di Amadeus l’ intervista esclusivaRiccardo Muti, che dopo sette anni dirige di nuovo un’opera in forma scenica al Festival di Salisburgo dove l’attesa è alle stelle. E che continuerà la sua lezione su Aida alla “sua” Italian Opera Academy. Il grande direttore d’orchestra dichiara ad Amadeus: «La cultura (se fatta bene, senza sperperi) porta denaro. C’è bisogno di equilibrio, non devono esserci cose inutili».

    Altro incontro esclusivo quello con Mariella Devia, grande soprano, cantante idolatrata eppure antidiva per eccellenza, che annuncia ad Amadeus di essere pronta a dare l’addio alle scene.


    RIVISTA DIGITALE + CD COPERTINA + CD DOWNLOAD

  • product-imageproduct-image

    Giugno 2017

    2,00
    2,00

    A pochi giorni dal via, è molto viva l’attesa per il secondo Major 2017, l’US Open in programma a Erin Hills, in Wisconsin (Usa), dal 15 al 18 giugno. Un campo poco noto e molto temuto, che il nuovo numero de Il Mondo del Golf Today, rivista che fa parte del Gruppo Cose Belle d’Italia, edita da Bel Vivere srl e diretta da Massimo De Luca, racconta in modo del tutto diverso: non tanto l’analisi tecnica del percorso (facilmente reperibile su internet, a partire dal sito ufficiale dell’evento), quanto un racconto di un giornalista che ha vissuto in prima persona la storia del campo fin dalla prima progettazione, condividendone successi, fatiche e disavventure.

    Il golf mondiale arriva all’appuntamento americano con il tricolore italiano che sventola forte: dopo la vittoria di Edoardo Molinari in Marocco ad aprile scorso, il fratello Francesco ha confezionato una gara magistrale (2°) a Wentworh (il “quinto Major”) e Renato Paratore ha messo tutti in fila in Svezia.

    Spazio anche all’“altro” golf, il gioco in versione paralimpica, con la storia del tenente colonnello Roberto Punzo, rimasto paraplegico in seguito a una sparatoria durante una Missione di Pace del nostro Esercito. Una disavventura riscattata (anche) sui campi da golf.

    Sezione dedicata sui consigli di tecnica di campioni affermati e top coach per migliorare (o, almeno, provarci) il proprio gioco, con suggerimenti e indicazioni da mettere poi in pratica in una delle innumerevoli gare che ogni weekend riempiono i Circoli italiani.

    In coda, la consueta vetrina dedicata al “saper vivere” con eleganza ed equilibrio, con pagine dedicate alla moda e accessori, tecnologia, cultura e enogastonomia.

  • product-imageproduct-image

    Giugno 2017 – Digitale

    7,00
    7,00

    È la pianista Yuya Wang, vera star del concertismo internazionale, la protagonista della copertina del nuovo numero di Amadeus, in edicola a giugno. Nel cd inedito allegato alla rivista, frutto di una collaborazione unica tra la testata e il prestigioso Verbier Festival, rassegna svizzera tra le maggiori del panorama internazionale, una parata di stelle: oltre a Yuja Wang, che al fianco di Lynn Harrel è impegnata nella Sonata op. 19 per violoncello e pianoforte di Sergej Rachmaninov, András Schiff alla testa della Verbier Festival Chamber Orchestra nella Sinfonia n.88 di Haydn e un “quartetto delle meraviglie”: i pianisti Martha Argerich, Evgenij Kissin, James Levine e Mikhail Pletnev che interpretano il Concerto BWV 1065 di Johann Sebastian Bach con la Verbier Festival Birthday Orchestra.


    RIVISTA + CD COPERTINA + CD DOWNLOAD