AMADEUS arretrati

Edicola Arretrati di Amadeus il mensile della grande musica.

Fu il primo ad allegare un cd inedito a un periodico dedicato alla musica e questa è stata la formula del suo successo.

A venticinque anni di distanza la rivista, interamente rinnovata nella veste grafica, ha mantenuto inalterato il rigore scientifico proponendo ai propri lettori un repertorio spesso trascurato dalla discografia ufficiale.

Oggi Amadeus è il più diffuso mensile musicale in Italia e gode dell’apprezzamento delle più alte personalità del mondo culturale.

È disponibile nella maggior parte delle biblioteche pubbliche, oltre a essere l’unico periodico di argomento musicale presente nella Biblioteca Vaticana.

Filter

Showing 1–12 of 38 results

  • product-imageproduct-image

    AmadeusGiugno 2018edizione cartacea

    11,00
    11,00

    Gabriel Fauré: è dedicato all’integrale delle opere per violino e pianoforte del compositore francese il cd di copertina del numero di Amadeus di giugno 2018 attualmente in edicola.

    In esclusiva per  “il mensile della grande musica” il violinista Francesco Senese – interprete italiano dal curriculum internazionale formatosi alla magistrale scuola di Claudio Abbado e delle sue orchestre – e il pianista André Gallo offrono in questa  registrazione inedita una raffinata e ispirata lettura delle Sonate op. 13 e op. 108, della Berceuse op. 16, della Romance op. 28, dell’Andante op. 75 e del Morceau de Lecture.

  • product-imageproduct-image

    AmadeusMaggio 2018edizione cartacea

    11,00
    11,00

    Grandi solisti: è il violinista siberiano Vadim Repin, il protagonista del nuovo numero di Amadeus in edicola dal 3 maggio. In occasione dei 25 anni del Verbier Festival “il mensile della grande musica” presenta una memorabile interpretazione “live”, pubblicata in esclusiva da Amadeus.

    Repin insieme alla Verbier Festival Orchestra diretta da Kurt Masur offre la sua inconfondibile lettura  di un caposaldo della letteratura violinistica, il Concerto op. 61 di Ludwig van Beethoven, testimonianza del valore e del prestigio di una rassegna internazionale che da un quarto di secolo è palcoscenico di grandi interpreti e fucina di talenti assoluti. La registrazione inedita è completata dalle virtuosistiche Variazioni per violino solo su un tema di Paisiello per violino solo di Niccolò Paganini.

  • product-imageproduct-image

    AmadeusAprile 2018edizione cartacea

    11,00
    11,00
    È Zubin Mehta, uno dei più grandi direttori d’orchestra del nostro tempo,  il protagonista del numero di Aprile.
    Il “direttore onorario a vita” dell’Orchestra del Maggio Musicale guida la compagine fiorentina in un’interpretazione della Quarta sinfonia “Romantica” di Anton Bruckner che testimonia l’assoluto valore artistico e musicale di un legame che dura da più di 60 anni.

    La registrazione inedita – pubblicata in esclusiva da Amadeus – è stata realizzata dal vivo durante l’edizione 2017 del Festival del Maggio Musicale Fiorentino.

    Nel consueto album in download un affascinante viaggio tra le antiche sonorità del liuto:  Ugo Nastrucci, artista eclettico e originale ci guida alla scoperta delle musiche del compositore tardo-rinascimentale Simone Molinaro (1565 – 1615) interpretando pagine del Libro primo di intavolatura di liuto, tra Balli, Fantasie, Gagliarde, Pass’e mezi e Saltarelli.

    Oltre alle consuete rubriche e ai tanti approfondimenti, da non perdere nelle pagine del numero di aprile di Amadeus, il racconto del rapporto tra Giuseppe Verdi e la politica, l’imminente uscita di Maria by Callas un nuovo, straordinario film-documentario sul mitico soprano, un’interviste esclusiva a Vladimir Ashenazy e il nuovo archivio digitale sonoro dedicato alla storia della canzone italiana.

  • product-imageproduct-image

    AmadeusMarzo 2018edizione cartacea

    11,00
    11,00
    È un filo che unisce passato e presente, storia e attualità, il Leitmotiv del disco di copertina del nuovo numero di Amadeus.
    Autentici tesori del ’700 strumentale, due Concerti inediti di Giuseppe Tartini (1692 – 1770) rivedono la luce dopo oltre due secoli di oblio nell’interpretazione viva e moderna di una brillante e giovane  violinista italiana già affermata a livello internazionale, Laura Marzadori e della Nuova orchestra da camera Ferruccio Busoni diretta da Massimo Belli.
    Nel consueto album in download un altro talento da scoprire: il pianista Marco Ciampi affronta il vertiginoso repertorio solistico di Sergej Rachmaninov.
    Oltre alle consuete rubriche e approfondimenti, da non perdere nelle pagine del numero di marzo di Amadeus, una breve e sulfurea Storia del “diabolico” in musica, i ritratti di Marius Petipa e Leopold Stokowski, le interviste esclusive al controtenore Franco Fagioli e alla pianista Gloria Campaner, l’omaggio a Massimo Mila e un’inedita, straordinaria galleria fotografica dedicata a Rudolf Nureyev.
  • product-imageproduct-image

    AmadeusFebbraio 2018edizione cartacea

    11,00
    11,00

    Un  pianista come nessun altro, poeta della tastiera, solista indimenticabile. È Aldo Ciccolini il protagonista del nuovo numero di Amadeus in edicola di febbraio. In una registrazione esclusiva dal vivo il cd allegato al “mensile della grande musica” propone una delle sue ultime apparizioni in pubblico, poche settimane prima della scomparsa avvenuta il 1 febbraio 2015.

    RIVISTA + CD

  • product-imageproduct-image

    Amadeus
    Gennaio 2018
    edizione cartacea

    11,00
    11,00
    Due grandi solisti italiani in copertina. Sono il violoncellista Mario Brunello e il violinista Giuliano Carmignola, affiatati compagni di tante avventure artistiche, i protagonisti del nuovo numero di Amadeus in edicola dall’ 10 gennaio. Nel cd allegato al “mensile della grande musica” una registrazione esclusiva dal vivo nel segno di Brahms: Brunello, Carmignola e l’Orchestra della Toscana diretta da Donato Renzetti eseguono il Concerto per violino, violoncello e orchestra in la minore op. 102 e il Sestetto per archi in si bemolle maggiore n. 1 op. 18. 
    E nel consueto download, a 25 anni dalla prima indimenticata pubblicazione, ritorna la  gloriosa incisione delle Quattro Stagioni di Antonio Vivaldi firmata da Giuliano Carmignola e i Sonatori della Gioiosa Marca. 
    Oltre alle consuete rubriche e approfondimenti da non perdere nelle pagine del numero di gennaio di Amadeus una breve Storia del Valzer, un focus sul Musical e la sua evoluzione, un ritratto del grande soprano francese Régine Crespin, un’intervista a Michael Nyman, nuovo “composer in residence” della Pinacoteca di Brera e un emozionante reportage dalla Cambogia, dove un popolo rinasce grazie all’arte e alla musica. 

    RIVISTA + CD
  • product-imageproduct-image

    Amadeus
    Novembre 2017
    edizione cartacea

    11,00
    11,00

    Giovani talenti crescono. È il Quartetto Guadagnini, formazione cameristica italiana di primo piano, il protagonista del cd inedito allegato al nuovo numero di Amadeus in edicola da venerdì 3 novembre.

    In copertina i 4 musicisti – tutti under 30 – che, conquistata la stima di pubblico e critica, hanno scelto di confrontarsi con una coppia di “giganti” dell’800 musicale e due pagine tra le più amate e frequentate del repertorio da camera: il Quartetto in do minore op.51 n.1 di  Johannes Brahms e il Quartetto in fa maggiore op.96 “Americano” di Antonin Dvořák.

    Come ogni mese per i lettori di Amadeus anche un album in download: Les années de pèlerinage di Franz Liszt ma non solo, per il pianista giapponese  Takahiro Yoshikawa, che ha scelto di vivere in Italia e ci propone un viaggio musicale tra suggestioni strumentali e operistiche.

    Oltre alle consuete rubricshe e approfondimenti nel numero di novembre di Amadeus troverete articoli su artisti e tendenze del momento: la cantante Delphine Galou, il violinista Ara Malikian, l’incontro inatteso tra Yoga e “classica” e un filo che attraversa un secolo di storia del pianoforte e lega il giovane vincitore del Concorso Busoni 2017, Ivan Krpan, a Ornella Puliti Santoliquido.


    RIVISTA + CD

  • product-imageproduct-image

    Amadeus
    Ottobre 2017
    edizione cartacea

    11,00
    11,00

    Un’italiana in copertina. È Claudia Caffagni, interprete di culto nel mondo della musica antica, la protagonista del disco  proposto dal nuovo numero di Amadeus in edicola dal 3 ottobre.

    L’anima dell’ensemble “al femminile”  La Reverdie, che ha festeggiato i suoi 30 anni di attività, direttrice e liutista, guida nel cd inedito allegato in ottobre al “mensile della grande musica” un ensemble di giovani, talentosi strumentisti e cantanti in un capolavoro  del repertorio sacro quattrocentesco: la Missa “Se la face ay pale” di Guillaume Du Fay (1397 – 1474).

    Un progetto didattico e discografico nato in seno alla Fondazione Benetton Studi e Ricerche di Treviso presentato in esclusiva da Amadeus.

    Tre dischi inediti per i lettori di Amadeus anche questo mese: doppio download “storico” con il Trio di Milano, terzetto di grandi solisti che ha fatto  la storia della musica da camera italiana. Viaggio nel tempo tutto dedicato a Franz Schubert con il violoncello di Rocco Filippini, il pianoforte di Bruno Canino e il violino di Marianna Sirbu (Trii per pianoforte e archi D 898 e D 928, Trio D 28, Adagio D 897).

    Oltre alle consuete rubriche e approfondimenti da non perdere nelle pagine del numero di ottobre di Amadeus “Claudio all’Opera”, un ritratto di Abbado direttore d’opera tra memorie dal vivo e ascolti discografici.


    RIVISTA + CD

  • product-imageproduct-image

    AmadeusSettembre 2017edizione cartacea

    11,00
    11,00

    Nel segno del Barocco. È il Messiah, la più celebre ed eseguita composizione del grande Georg Friedrich Händel, il titolo protagonista del doppio cd proposto dal nuovo numero di Amadeus – Il Mensile della Grande Musica.

    In copertina Giulio Prandi, il quarantenne, appassionato ed esperto direttore del Ghislieri Choir & Consort, la compagine musicale che è punta di diamante dell’attività culturale dell’antico Collegio Ghislieri di Pavia, gloriosa istituzione italiana che celebra i suoi 450 anni proprio nel 2017.

    Tre dischi inediti per i lettori di Amadeus questo mese: nel disco in download “Scherzando” si viaggia tra gli Scherzi sinfonici di Schubert, Gounod, Beethoven, Bruckner, Dvořák, Verdi e Rachmaninov con I Corni della Scala diretti da Angelo Sormani.

    Da non perdere nelle pagine del numero di settembre di Amadeus – Il Mensile della Grande Musica l’intervista esclusiva a Franco Zeffirelli, testimone eccellente che ricorda la “sua” Maria Callas: a 40 anni dalla morte la forza, la fragilità, la voce, la presenza scenica, le guerre, gli amori e il declino di una donna nel mito.


    RIVISTA + CD 1

  • product-imageproduct-image

    AmadeusAgosto 2017edizione cartacea

    11,00
    11,00

    Un talento italiano da conoscere e seguire. Il giovane pianista Nicola Losito,  a soli 21 anni è il protagonista della copertina del nuovo numero di Amadeus, in edicola da domani martedì 1 agosto.

    Studi rigorosi, l’affermazione in concorsi prestigiosi, uno sguardo profondo sul mondo e un piglio deciso sulla strada musicale intrapresa.

    In questo interprete, già personale e maturo nonostante l’età, diligenza e perseveranza si uniscono all’entusiasmo irripetibile della giovinezza

    Nel cd inedito allegato alla rivista, Losito affronta un impegnativo programma solistico nel segno inconfondibile di Robert Schumann: gli Studi sinfonici op. 13 e Il Carnevale di Vienna op. 26, capolavori assoluti della letteratura pianistica di tutti i tempi.

    Da non perdere nelle pagine del numero di agosto di Amadeus, oltre alle consuete rubriche e approfondimenti sul mondo della “grande musica”, un inedito ritratto di Leonard Bernstein, un reportage esclusivo dall’Iran dove è rinata l’Orchestra Sinfonica di Teheran, un viaggio in Inghilterra dietro le quinte dell’aristocratico ed eccentrico Festival di Glyndebourne.


    RIVISTA + CD COPERTINA

  • product-imageproduct-image

    Amadeus
    Luglio 2017
    edizione cartacea

    11,00
    11,00

    È un musicista italiano che il mondo ci invidia, Alessandro Carbonare, il protagonista della copertina del nuovo numero di Amadeus, in edicola da domani venerdì 30 giugno.

    Il clarinettista, punta di diamante dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, solista celebre, docente entusiasta, sempre in cerca di nuove avventure musicali ha scelto come compagni di viaggio del suo nuovo progetto discografico i giovani Luca Cipriano e Perla Cormani.

    Nel cd inedito allegato alla rivista, l’Alessandro Carbonare Clarinet Trio propone un programma accattivante e originale di straordinaria godibilità: musiche per corno di bassetto di Wolfgang Amadeus Mozart (due Divertimenti K 439b e arrangiamenti da Le nozze di Figaro, Don Giovanni e Il flauto magico).

    Da non perdere nelle pagine del numero di luglio di Amadeus l’ intervista esclusivaRiccardo Muti, che dopo sette anni dirige di nuovo un’opera in forma scenica al Festival di Salisburgo dove l’attesa è alle stelle. E che continuerà la sua lezione su Aida alla “sua” Italian Opera Academy. Il grande direttore d’orchestra dichiara ad Amadeus: «La cultura (se fatta bene, senza sperperi) porta denaro. C’è bisogno di equilibrio, non devono esserci cose inutili».

    Altro incontro esclusivo quello con Mariella Devia, grande soprano, cantante idolatrata eppure antidiva per eccellenza, che annuncia ad Amadeus di essere pronta a dare l’addio alle scene.


    RIVISTA + CD COPERTINA

  • product-imageproduct-image

    AmadeusGiugno 2017edizione cartacea

    11,00
    11,00

    È la pianista Yuya Wang, vera star del concertismo internazionale, la protagonista della copertina del nuovo numero di Amadeus, in edicola a giugno. Nel cd inedito allegato alla rivista, frutto di una collaborazione unica tra la testata e il prestigioso Verbier Festival, rassegna svizzera tra le maggiori del panorama internazionale, una parata di stelle: oltre a Yuja Wang, che al fianco di Lynn Harrel è impegnata nella Sonata op. 19 per violoncello e pianoforte di Sergej Rachmaninov, András Schiff alla testa della Verbier Festival Chamber Orchestra nella Sinfonia n.88 di Haydn e un “quartetto delle meraviglie”: i pianisti Martha Argerich, Evgenij Kissin, James Levine e Mikhail Pletnev che interpretano il Concerto BWV 1065 di Johann Sebastian Bach con la Verbier Festival Birthday Orchestra.


    RIVISTA + CD COPERTINA + CD DOWNLOAD